Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

L'appello dei consiglieri Pignoli e Fiorilli: "Ripristinare i buoni spesa utilizzando anche gli incassi delle multe degli autovelox"

La richiesta arriva dopo le numerose segnalazioni di cittadini indigenti che chiedono di poter avere i buoni spesa del Comune come lo scorso anno nella prima fase della pandemia

Ripristinare i buoni spesa alimentari per le famiglie e persone in difficoltà a causa della pandemia. La richiesta arriva dai consiglieri comunali Pignoli (Udc) e Fiorilli, che chiedono alla giunta Masci di trovare le risorse finanziarie per coprire la misura che lo scorso anno, in occasione della pandemia, fu di grande aiuto per tantissime famiglie diventate indigenti improvvisamente con le restrizioni imposte dall'emergenza Coronavirus.

I consiglieri ricordano che in diversi comuni limitrofi a Pescara sono già disponibili, auspicando che consiglieri ed assessori possano dare un contributo concreto magari cedendo una piccola quota di propri emolumenti:

La situazione è gravissima e per questo occorre mettere in atto azioni concrete per rispondere ai bisogni dei cittadini così come stanno facendo tanti altri comuni. I cittadini pescaresi ci chiedono che si possano avere i buoni come ha già fatto anche la città di Pescara nella prima fase di pandemia, con un ottimo risultato; oggi siamo in un momento di pari gravità e per cui facendoci portavoce delle richieste dei pescaresi in difficoltà, chiediamo di poter fare ricorso a questo utilissimo strumento di sostegno.

Inoltre, aggiungono i consiglieri, in caso di mancanza di risorse nelle tasche del Comune, si potrebbero utilizzare gli incassi derivanti dalle multe fatte con gli autovelox in città, soldi in conto corrente e subito spendibili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello dei consiglieri Pignoli e Fiorilli: "Ripristinare i buoni spesa utilizzando anche gli incassi delle multe degli autovelox"

IlPescara è in caricamento