Sabato, 13 Luglio 2024
Politica Castellamare / Via Vincenzo Gioberti

Gli alunni della primaria di via Gioberti piantano nuovi alberi davanti all'istituto e scoprono la storia del gelso centenario [FOTO]

A donarli la Adriatica Oli che all'amministrazione ne darà complessivamente 45, per il vicesindaco Santilli e l'assessore Del Trecco un altro importante tassello nella riqualificazione del verde in città

Sono stati i piccolo alunni della scuola primaria via Gioberti i protagonisti della piantumazione di parte dei 45 alberi donati al Comune di Pescara dall'Adriatica Oli rappresentata dall'amministratore unico Giorgio Tanoni. Presenti alla mattinata all'insegna del verde il vicesindaco e assessore al verde e i parchi Gianni Santilli e l'assessore all'ambiente Isabella Del Trecco. 

L'occasione per loro per ribadire che “l'amministrazione comunale ha investito importanti risorse, solo in questo periodo circa 600mila euro, per il rafforzamento del patrimonio verde della città, Un programma di interventi che sta coinvolgendo circa 40 aree di Pescara e prevede centinaia di nuovi e sicuri giochi per bambini”.

Una giornata simbolica quella di via Gioberti, ma importante sottolineano Santilli e Del Trecco perché esempio della collaborazione virtuosa tra pubblico e privato per la valorizzazione di un bene pubblico: il verde. L'iniziativa rientra nel progetto “Amicambiente” promosso dalla stessa società che ha regalato i 45 alberi e con cui si intendono promuovere le buone pratiche per ridurre le emissioni di Co2 e contrastare il cambiamento climatico.

Gli alunni della scuola primaria di via Gioberti partecipano alla piantumazione dei nuovi alberi donati dall'Adriatica Oli

Il grazie di Santilli va quindi alle maestre e i bambini e all'Adriatica Oli. I 45 alberi, spiega, saranno destinati non solo a colmare gli spazi delle aiuole vuote, ma anche ad adornare “vie di grande pregio e alcuni parchi della città: oltre che in via Vincenzo Gioberti, alla ex Caserma Cocco, a Villa de Riseis e lungo il viale Edoardo Scarfoglio. Mi auguro che questa collaborazione con Adriatica Oli possa andare avanti anche in futuro, perché questo gesto di sensibilità che realizziamo oggi ha per me un grande significato”.

La collaborazione, risponde Tanoni, continuerà. “Noi eroghiamo servizi per Ambienta Spa, che è una partecipata del Comune, per quanto riguarda la raccolta di oli esausti provenienti da ristoranti, industrie alimentari e famiglie. Le operazioni di messa a dimora interesseranno alcune zone della città dove il verde va rafforzato. Il vivaio 'Piccinini Artemio' di Pagliare del Tronto spiega - fornirà le 45 essenze arboree e arbustive autoctone idonee al contesto urbano, tra cui pini, tigli, frassini, viburni e mirti”.

La giornata è stata l'occasione anche per ammirare con i bambini il bellissimo gelso monumentale di via Gioberti. Un esemplare di oltre cento anni la cui storia è stata raccontata ai giovani studenti così come le caratteristiche che lo rendono così importante, da Mauro Caudullo componente dell’ufficio comunale preposto alla cura del verde e dei parchi pubblici. Questo perché, sottolinea l'amministrazione, sensibilizzare le nuove generazioni alla tutela del patrimonio arboreo della città è importante. Sono i loro i primi ad essere consapevoli che gli alberi e le piante non son mere decorazioni, ma presidi di vivibilità con un valore ecologico in quanto mitigano gli effetti del cambiamento climatico e dell'inquinamento; preventivo e protettivo perché contribuiscono a contrastare il dissesto idrogeologico; culturale, architettonico ed estetico perché il verde è un aspetto peculiare del nostro patrimonio urbano e paesaggistico e rende tutto più bello; sociale e ricreativo perché il verde offre alla comunità luoghi dove rilassarsi e socializzare. Alberi che hanno un importanza fondamentale anche dal punto di vista sanitario perché è dimostrato che la natura migliora il benessere e lo stato psico-fisico delle persone..

Un passaggio questo rimarcato in particolare da Del Trecco che ha sottolineato “l’importanza di educare i giovani alla cura dell’ambiente e alla cultura dell’ecosostenibilità. Come già in altre circostanze - ha detto rivolgendosi ai piccoli durante l'incontro - Adriatica Oli ha dimostrato una particolare sensibilità riguardo ai temi 'green'. Ad esempio, nel caso degli oli esausti, tutti voi bambini dovete comprendere e parlare in casa dell’importanza di differenziare gli oli esausti che provengono dalle attività di cucina. Tutti dobbiamo migliorare sotto questo aspetto e dobbiamo prendere la sana abitudine di conferire questi liquidi negli appositi contenitori segnalati che si trovano in molti punti di Pescara. Dagli oli esausti vengono infatti ricavati altri prodotti, come gli oli per i motori, dando vita a un virtuoso processo di riciclo. Io – ha concluso - confido molto in voi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli alunni della primaria di via Gioberti piantano nuovi alberi davanti all'istituto e scoprono la storia del gelso centenario [FOTO]
IlPescara è in caricamento