rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Politica

Piano triennale delle opere pubbliche, Pignoli all'attacco: “La giunta pensa di poter fare a meno di me”

Il consigliere comunale denuncia di non essere stato consultato e annuncia che "quando ci sarà l’approdo del piano in consiglio presenterò oltre 300 emendamenti migliorativi"

Il consigliere comunale Massimiliano Pignoli torna a farsi sentire per attaccare la giunta Masci sull'approvazione del piano triennale delle opere pubbliche, di cui ha appreso “solo dalla stampa”, in quanto “il sottoscritto non è stato minimamente consultato e men che meno coinvolto dall’assessore Luigi Albore Mascia, pur facendo parte a pieno titolo della maggioranza che governa la città anche con la presenza in giunta di un assessore”.

Pignoli poi entra nel merito della questione: “Sono dispiaciuto e amareggiato per quello che è accaduto visto che è stato presentato e approvato in giunta il piano di cui ero completamente all’oscuro. E tutto questo considerando che sono assente da qualche giorno per motivi di salute. Sarebbe bastata anche una telefonata e invece nulla. Il nostro assessore Di Nisio ha votato in giunta, dando parere favorevole, senza sapere e minimamente immaginare che io non ero stato nemmeno informato. Eppure mi risulta che i nostri voti furono determinanti per l’elezione al primo turno del sindaco Carlo Masci. La giunta Masci si sente così forte oggi e pensa di andare avanti senza il nostro appoggio e i nostri voti?”. 

È dunque rottura all'interno della maggioranza. “Si presenta un programma di opere che riguarda i lavori nella città di Pescara e noi non veniamo neanche consultati - rincara Pignoli - per portare al tavolo le nostre indicazioni e le nostre proposte derivanti dalle richieste dei cittadini per il miglioramento della città sopratutto nei quartieri periferici che in questi tre anni di amministrazione non hanno ricevuto quella attenzione che pure era stata promessa e sbandierata in campagna elettorale. E oggi si tocca con mano la delusione dei residenti che aspettavano e aspettano quei lavori sopratutto per il miglioramento di strade e marciapiedi”.

Pignoli conclude annunciando che "quando ci sarà l’approdo del piano in consiglio presenterò oltre 300 emendamenti migliorativi per mettere in calendario quei lavori che in alcune zone della città non sono più rinviabili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano triennale delle opere pubbliche, Pignoli all'attacco: “La giunta pensa di poter fare a meno di me”

IlPescara è in caricamento