Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Piano riordino ospedali, il M5S: "Dal centrodestra solo fumo negli occhi"

Il consigliere regionale Pettinari parla di un piano fotocopia di quello del centrosinistra senza nessuna garanzia concreta di salvare i presidi ospedalieri dell'entroterra

Un piano fotocopia rispetto a quello del centrosinistra, fatto solo di promesse e parole e senza fatti concreti e garanzie per tutelare e salvare i presidi ospedalieri minori e dell'entroterra. A parlare è il consigliere regionale Pettinari del M5s che commenta il piano della giunta di centrodestra riguardante la riorganizzazione della rete ospedaliera abruzzese.

Secondo Pettinari, il piano sarà bocciato dal Ministero, con dei tagli che appaiono nascosti come nel caso dell'ospedale di Penne, dove il reparto d'eccellenza di gastroenterologia rischia di morire nonostante i numeri straordinari, con uno dei due medici operativi dirottato a Pescara invece di essere lasciato a Penne dopo un pensionamento.

Ma la cosa ancora più grave, e che non deve passare sotto silenzio, è l’istituzione di un bando per affidare a Pescara un incarico fotocopia a quello svolto dalla gastroenterologia di Penne. Ciò significa sferrare un attacco al cuore di quella struttura, e se è vero che tre indizi fanno una prova, ci troviamo di fronte a un disegno che punta a svuotare una nostra eccellenza, che finirà col perdere pazienti e rischiare seriamente la chiusura. È un atto di una gravità inaudita che il centro destra deve bloccare immediatamente. L’Assessore Verì deve inoltre impegnarsi fin da subito per la riclassificazione dell’Unità Operativa Semplice di gastroenterologia, portandola a Unità Operativa Semplice Dipartimentale in modo da avere un proprio primario e una propria autonomia, così da non essere sotto il controllo di Pescara”

La carenza di personale, prosegue Pettinari, viene affrontata con dei tagli e chiusure, senza alcuni pontenziamento della medicina territoriale:

La realtà che emerge è che questa maggioranza sta riuscendo nell’impresa di essere ancor più deludente di quanto non lo fosse stata quella targata Pd. Peccato per loro che all’opposizione ci sia il MoVimento 5 Stelle che ha già scoperto i loro trucchi nello scrivere una cosa e farne un’altra. Per noi la difesa della salute degli abruzzesi rimane l’unica assoluta priorità, e non abbiamo intenzione di rimanere in silenzio di fronte a tutto questo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano riordino ospedali, il M5S: "Dal centrodestra solo fumo negli occhi"

IlPescara è in caricamento