menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Penne, SEL:"incomprensibile la fretta per il Piano Ringa"

Dopo quattro tentativi il consiglio comunale di Penne, con 8 voti favorevoli , compreso quello dell'ex assessore Luigi D'Angelo (IDV), ha votato l'attuazione del nuovo Piano Ringa

Sul piano Ringa il gruppo di Sinistra Ecologia e Libertà, composto da Matteo Tresca e dal consigliere Guglielmo Di Paolo, non ha potuto partecipare alla discussione ed alla votazione in Consiglio Comunale per via dell'incompatibilità dovuta a rapporti di parentela con alcuni residenti e proprietari dell'area oggetto dell'intervento.

L'avvocato Matteo Tresca, consigliere di SEL e Presidente del Consiglio Comunale di Penne, ha voluto comunque dare un giudizio politico sulla vicenda del Piano Ringa che, in questi giorni di ferragosto, ha reso ancor più bollente l'estate governativa pennese: "Pur non avendo partecipato alla discussione ed alla votazione in Consiglio Comunale, noi di Sinistra Ecologia e Libertà, non ci sottraiamo dall'esprimere un giudizio politico sul provvedimento adottato - ha riferito Tresca.

Non abbiamo compreso la fretta, l'urgenza di adottare questo piano urbanistico in questi giorni ferragostani. A maggior ragione se si considera che si tratta della prima adozione del piano alla quale faranno seguito le eventuali osservazioni dei cittadini, la conferenza servizi tra gli enti coinvolti (tra cui la Sovrintendenza ai beni architettonici ed ambientali essendo l'area sottoposta a vincoli) ed un successivo passaggio consiliare".

Secondo i rappresentanti di SEL, dunque, sarebbe stato saggio riflettere di più e stimolare un confronto pubblico con i cittadini illustrando, magari anche attraverso l'ausilio di strumenti informatici, l'intervento proposto per la valorizzazione di un'area che ha radici storiche e sociali di fondamentale rilievo per la città di Penne.

"Il provvedimento adottato appare molto simile a quello votato nel 2006 dalla giunta Fornarola con l'unica innovazione legata alla viabilità che viene riproposta nello stato di fatto attuale. Non c'è da parte nostra un pregiudizio negativo quanto piuttosto un'esigenza di trasparenza e di condivisione che deve partire dai metodi per poi giungere ai contenuti.

Il nostro impegno - ha concluso Matteo Tresca - su questa come su altre questioni urbanistiche, resta quello di valutare con attenzione tutti gli aspetti tecnici al fine di salvaguardare l'esclusiva finalità dell'interesse pubblico".


Con il provvedimento urbanistico denominato Piano Ringa l'amministrazione comunale punta a riqualificare un'ampia zona che si estende tra l'ospedale San Massimo e la statale 81. Saranno previsti nuovi parcheggi, una nuova edificabilità del costruito esistente ed accordi di programma con privati per migliorare, su indicazione del Comune, alcune aree di Via Caselli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento