Politica

Piano regolatore Montesilvano, il M5S suggerisce l'urbanistica partecipata

Sul prg interviene il gruppo consiliare dei Cinque Stelle, che in parte condivide le azioni che il sindaco De Martinis vuole intraprendere: "Bisogna rendere i cittadini partecipi", dicono i pentastellati

Le dichiarazioni di Ottavio De Martinis riferite alla necessità di lavorare ad un nuovo piano regolatore trovano consenso anche da schieramenti politici differenti. Il Movimento 5 Stelle, ad esempio, non ha mai nascosto il suo appoggio per ridisegnare un modello di città che tenga conto della conformità del territorio, delle sue potenzialità ma anche delle sue fragilità.

Secondo gli esponenti del gruppo consiliare del M5S, la base di partenza deve essere il "consumo del suolo zero, frase spesso usata in campagna elettorale, visto come obiettivo primario e che abbia come scopo quello di favorire gli interventi di riqualificazione e rigenerazione urbana".

Nella visione più democratica dei pentastellati c'è il coinvolgimento dei cittadini interessati attraverso una visione di urbanistica partecipata, una realtà già adottata in altre città italiane:

"Bisogna rendere i cittadini partecipi - sostengono - e quindi anche responsabili delle scelte che riguardano il territorio, il paesaggio, l'ambiente, la sostenibilità e la salute, per valorizzare e trasformare Montesilvano in un luogo che sia in armonia con i cittadini e che rispetti il loro bisogno di sicurezza e condivisione degli spazi. Auspichiamo quindi che il sindaco e l'assessore all'urbanistica Aliano non si lascino sfuggire questa opportunità".

I grillini chiedono maggiore confronto tra istituzioni e cittadinanza attiva, associazioni, studenti, ordini professionali, società civile e gruppi di volontariato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano regolatore Montesilvano, il M5S suggerisce l'urbanistica partecipata

IlPescara è in caricamento