Falsi pacchi bomba a Pescara, Pettinari esprime solidarietà al pm Di Stefano

Il vice presidente del consiglio regionale ribadisce "con forza" il suo sostegno alla magistrata dopo "il grave atto intimidatorio avvenuto per mezzo di ordigni esplosivi, poi rivelatisi finti, posizionati nei vari punti della città, tra cui l’abitazione del pubblico ministero"

Commentando la vicenda dei falsi pacchi bomba, che ieri ha tenuto sotto scacco la città per diverse ore, Pettinari esprime solidarietà al pubblico ministero Rosangela Di Stefano. Il vice presidente del consiglio regionale ribadisce "con forza" il suo sostegno alla magistrata dopo "il grave atto intimidatorio avvenuto a Pescara per mezzo di ordigni esplosivi, poi rivelatisi finti, posizionati nei vari punti della città, tra cui l’abitazione del pm".

"Estendo la mia vicinanza a tutta la Procura di Pescara e a tutti coloro che ogni giorno lottano per la legalità. Il tentativo di instaurare un clima di terrore nella nostra regione non deve trovare spazio - dice Pettinari - anzi, più che mai episodi come questo devono ricordarci che alla criminalità c’è una grande fetta di Paese che si oppone lavorando sui principi della giustizia e della legalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • La cabina di regia mette l'Abruzzo in zona rossa, c'è l'annuncio di Speranza

  • Cerca casa in affitto a Pescara e dintorni ma le viene chiesto se sia italiana, caso di discriminazione accaduto a una ragazza

  • Pesca illegale lungo il fiume Pescara di cefali, anguille e capitoni: controlli e sanzioni della guardia civile ambientale [FOTO]

Torna su
IlPescara è in caricamento