rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

La denuncia di Pettinari: "Pronto soccorso pieno, ambulanze dirottate a Penne"

Porte chiuse per alcune ambulanze cariche di pazienti che ieri mattina si sono viste serrare le sbarre del Pronto Soccorso di Pescara. I malati sono stati dirottati d’urgenza a Penne perché il Santo Spirito di Pescara è troppo pieno

Porte chiuse per alcune ambulanze cariche di pazienti che ieri mattina si sono viste serrare le sbarre del Pronto Soccorso di Pescara. I malati sono stati dirottati d’urgenza a Penne perché il Santo Spirito di Pescara è troppo pieno.

“Un fatto allarmante che concretizza quanto abbiamo sempre denunciato”, afferma il consigliere regionale Domenico Pettinari, “abbiamo segnalato più volte in ogni sede che il Pronto Soccorso di Pescara, come altri reparti, non può sopperire all’enorme carenza di servizi creata dal riordino della sanità voluta da Regione Abruzzo. Un ospedale tra quelli depotenziati è stato costretto ad accogliere dei malati urgenti pescaresi, se fosse stato attivo al 100% non si sarebbe creata la necessità ed i pazienti dell’area vestina sarebbero stati accolti a Penne e quelli pescaresi a Pescara, senza creare disagi nell’accoglienza dei malati che possono costare anche la vita a qualcuno. Anche un bambino capirebbe che se chiudi i pronto soccorso ed i reparti degli ospedali limitrofi, senza garantire un servizio sostitutivo, il presidio pescarese sarà invaso dal doppio dei pazienti. A nulla serve lo straordinario lavoro che il personale sanitario, dai medici fino agli OSS passando per gli infermieri, svolge in situazioni di emergenza costante. Le attese sono lunghissime, le urgenze non possono essere accolte ed il personale è sotto stress continuo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia di Pettinari: "Pronto soccorso pieno, ambulanze dirottate a Penne"

IlPescara è in caricamento