rotate-mobile
Politica

Pettinari (M5s) all'attacco sul bilancio regionale: "Siamo al buio, non si conoscono i capitoli di spesa"

Il consigliere regionale pentastellato interviene in merito al documento che l'aula si appresta a valutare ed approvare nelle prossime ore

Un bilancio al buio, senza conoscere i capitoli di spesa e la provenienza delle entrate. Il consigliere regionale del M5s Domenico Pettinari interviene in merito al documento che il consiglio regionale si appresta a valutare ed approvare, attaccnado il centrodestra che avrebbe realizzato un bilancio di fatto poco chiaro, e ritorna sulla sentenza della corte costituzionale e il sollecito della corte dei conti sulla manovra:

"Il forte indebitamento del settore sanitario con oltre 100 milioni di euro ha fatto si che la mobilità passiva schizzasse alle stelle per una cifra di 176 milioni di euro in uscita, a fronte di 82 milioni di euro in entrata, con un saldo fortemente negativo. Tanto che l’Abruzzo, a causa del Covid 19, va in disavanzo rispetto ad altre Regioni virtuose passate all’incasso anche dalla nostra Regione. Addirittura l’Abruzzo dovrà restituire 12 milioni di euro al Mef per i maggiori trasferimenti ricevuti”.

“Da reperire in bilancio soldi che verranno tolti certamente ad altri servizi per i cittadini. Come? Denaro recuperato dalle cartolarizzazioni? Ovvero dal tesoretto che si è liberato?” Non è chiaro cosa accadrà inoltre per il piano sociale regionale ancora in regime di proroga: “Siamo di fronte al buio più totale, anche in assenza di un piano sociale degno di questo nome, visto il continuo ricorso alla proroga. Senza contare il contributo una tantum per le micro imprese e gli autonomi di 4 milioni stanziati a fronte di seimila istanze. Verranno infatti finanziate solo duemila aziende mentre altre quattromila resteranno fuori. Con quale criterio? Chi resterà fuori e quando verranno erogati gli aiuti?” Dimenticando che allo stato attuale ancora non è previsto alcun aiuto alle famiglie dei malati oncologici, mentre per il Napoli calcio si sono trovati i fondi per altri tre anni. "

Pettinari poi ritiene poco chiara anche la provenienza di tutti i fondi per ristrutturare il patrimonio Ater con un fabbisogno pari a 200 milioni, solo parzialmente coperto con i 50 milioni che arriveranno dal Pnrr, e senza alcun progetto preliminare presentato dalle quattro Ater provinciale e che porterà a presentare 50 mila emendamenti da parte dello stesso consigliere pentastellato. Ricordiamo che il bilancio andrà approvato entro le 24 del 30 dicembre per evitare l'esercizio provvisorio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pettinari (M5s) all'attacco sul bilancio regionale: "Siamo al buio, non si conoscono i capitoli di spesa"

IlPescara è in caricamento