Politica

L'allarme di Pettinari (M5s): "A pochi giorni dalla riapertura due edifici del liceo Marconi non sono ancora pronti"

Il consigliere regionale pentastellato denuncia ritardi nella preparazione di due degli edifici che ospiteranno le classi del Liceo Marconi dopo la chiusura dello storico plesso scolastico

Ritardi inaccettabili e due degli edifici che dovrebbero ospitare le classi del Liceo Marconi che, a pochi giorni dalla riapertura dell'anno scolastico, non sono ancora pronti. Lo ha detto il consigliere regionale del M5s Domenico Pettinari che sottolinea come aveva già il 6 agosto scorso inviato una missiva per chiedere alla Regione e agli uffici competenti se i lavori erano stati completati:

“Un silenzio assordante soprattutto vista l’imminenza dell’inizio del nuovo anno scolastico. Sul tavolo sono state individuate solo “soluzioni temporanee” per la sistemazione dei 1.500 studenti e delle circa 200 persone, fra personale docente ed amministrativo, del Liceo “Guglielmo Marconi” di Pescara.

Da ultime notizie pubblicate sugli organi di informazione e su segnalazione di studenti, familiari e del personale scolastico del Liceo, si è appreso che l’Istituto è stato smembrato tra cinque immobili diversi e che non tutte le sedi individuate saranno pronte per la riapertura della scuola, lunedì 13 settembre. In particolare, sembrerebbe che la sede individuata presso la ex Fater, destinata ad accogliere ben 17 classi, è interessata da lavori che non saranno conclusi prima di trenta giorni, per cui gli alunni saranno costretti a fare turni pomeridiani presso altri edifici scolastici, alla Di Marzio Michetti e all’Aterno Manthonè"

Stesso problema all'Accademia musicale pescarese, che dovrebbe ospitare 9 classi dove i lavori sono ancora in corso, e Pettinari evidenzia come da tempo si era a conoscenza dell'urgenza ed indifferibilità di questi lavori per consentire a studenti e personale scolastico di ripartire con l'avvio dell'anno scolastico:

"Per questo oggi sono tornato a chiedere con un sollecito ufficiale se le sedi individuate che ospiteranno al 13 settembre, data di riapertura dell’anno scolastico 2021-2022, i circa 1.500 studenti e le 200 unità di personale tra docenti, amministrativi e collaboratori scolastici del Liceo Marconi, rispettano i criteri di sicurezza previsti per gli edifici scolastici; se corrisponde a vero che gli studenti dovranno effettuare i doppi turni in edifici scolastici diversi da quelli già individuati; se è stata definita la data dell’avvio dei lavori al “Lotto 1: demolizione dell’edificio esistente e ricostruzione dei corpi A e B” finanziato per € 7.860.000,00 con Mutui Bei, il cui appalto alla ditta esecutrice è stato aggiudicato con determina della Provincia di Pescara del 30.12.2020 e con quali risorse la Provincia di Pescara intende realizzare le attività previste nel Lotto II: ricostruzione del corpo C e palestra".

Pettinari conclude auspicando risposte immediate dalla giunta regionale e dal presidente della Provincia di Pescara Zaffiri per avere chiarezza sul futuro della comunità scolastica del Liceo Marconi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme di Pettinari (M5s): "A pochi giorni dalla riapertura due edifici del liceo Marconi non sono ancora pronti"

IlPescara è in caricamento