rotate-mobile
Venerdì, 29 Settembre 2023
Politica

La denuncia di Pettinari (M5s) sul contributo regionale una tantum ai lavoratori: "Mancano risorse e personale per gestire le pratiche"

Il consigliere regionale e vicepresidente del consiglio fa sapere che sono oltre 6 mila i lavoratori autonomi abruzzesi che hanno chiesto il contributo una tantum

Sono oltre 6 mila le richieste arrivate alla Regione Abruzzo per i contributi una tantum messi a disposizione per liberi professionisti e autonomi, ma di queste solo 602 sono state pagate e appena 2.681 lavorate. Lo ha detto il consigliere regionale e vicepresidente del consiglio Domenico Pettinari, del M5s, che denuncia ritardi e mancanza di risorse per soddisfare tutte le richieste da parte della giunta Marsilio. I disagi sono anche aggravati dalla carenza di personale nella ragioneria della giunta regionale, parlando di propaganda e illusioni per lavoratori che sono in difficoltà a causa delle conseguenze della pandemia:

“I numeri parlano chiaro: sono state presentate 6.682 domande, di queste istruite solo 2.681, e solo per  602 predisposto il pagamento, attraverso due determine, per una spesa totale di circa . 1.190.000 euro. Devono essere ancora istruite circa 4mila domande che potranno essere pagate fino a concorrenza della somma attualmente a disposizione, che non supera i  4.140.034 di euro: suddivisi in sovvenzioni a lavoratori autonomi, con un importo stanziato di € 3.140.034,00 e sovvenzioni a liberi professionisti con un importo stanziato di € 1.000.000,00. Sono cifre che dovrebbero coprire i contributi una tantum pari a 2mila euro, elevabili a 4mila con presenza di almeno un dipendente assunto a tempo indeterminato, per piccole realtà imprenditoriali o liberi professionisti. Cifre sulle quali i lavoratori in difficoltà che hanno fatto richiesta hanno riposto una speranza."

Per Pettinari, è inaccettabile che la Regione abbia messo a disposizione così poche risorse, e che il personale non riesca ad evadere i pagamenti che arrivano dai dipartimenti per carenza di dipendenti nella ragioneria con oltre tremila domanda nemmeno esaminate:

"Chiedo a Regione Abruzzo e al Presidente Marsilio di aumentare i fondi da destinare a questo scopo e di ampliare il personale della Ragioneria, magari anche attraverso trasferimenti temporanei interni alla Regione Abruzzo o da aziende che ad essa sono partecipate. Non possiamo tenere sul filo del rasoio migliaia di onesti lavoratori abruzzesi a cui questo centrodestra ha fatto una promessa che non riesce a mantenere. È ingiusto!”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia di Pettinari (M5s) sul contributo regionale una tantum ai lavoratori: "Mancano risorse e personale per gestire le pratiche"

IlPescara è in caricamento