rotate-mobile
Politica

Pettinari sugli arresti per usura e le infiltrazioni mafiose: "Mai abbassare la guardia, l'Abruzzo deve resistere"

Il vicepresidente del consiglio regionale e consigliere del M5s commenta l'operazione dei giorni scorsi riguardante l'usura ai danni di una famiglia di ristoratori pescaresi

Il vicepresidente del consiglio regionale e consigliere del M5s Domenico Pettinari, commenta l'operazione della guardia di finanza che qualche giorno fa ha portato all'arresto di alcune persone collegate alle mafie foggiane, responsabili di usura ed estorsioni ai danni di alcuni imprenditori pescaresi.

“Ringrazio con orgoglio le forze dell’ordine che stanno conducendo senza remore l’azione di contrasto alla criminalità organizzata insediata in Abruzzo. Sono anni che sostengo che la mafia si è infiltrata nel nostro territorio, anche a rischio di essere tacciato allarmista da chi oggi, però, non può più far finta di niente davanti ai fatti portati alla luce dalla Magistratura . Le città densamente popolose, come Pescara, sono più a rischio e quindi non si deve mai abbassare la guardia. Ma tutto il tessuto economico, maggiormente quello legato alle attività commerciali, è nelle mire di usurai e malviventi. Serve una risposta ferma, chiara e decisa dallo Stato. Un compatto e imponente fronte di legalità che contrasti il malaffare e la delinquenza in ogni grado di azione. La storia ci insegna che la mafia prolifera lì dove la presenza dello Stato è meno percepibile."

Pettinari ha sottolineato che è importante agire a livello politico in quanto il lavoro di contrasto e prevenzione alle mafie non va fatto solo dalle forze dell'ordine:

"In ogni grado istituzionale si deve lavorare con abnegazione per fornire tutti gli strumenti necessari a chi combatte in prima linea: sia chi lo fa sulle strade come le forze dell’ordine, l’esercito e la polizia locale, ma anche chi combatte una battaglia dai tribunali, dalle procure e dagli organi preposti al controllo. Resistiamo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pettinari sugli arresti per usura e le infiltrazioni mafiose: "Mai abbassare la guardia, l'Abruzzo deve resistere"

IlPescara è in caricamento