Politica Rancitelli

Pettinari sull'abbattimento del Ferro di Cavallo: "L'unica soluzione definitiva è la lotta alla criminalità"

Il consigliere regionale attacca nuovamente il centrodestra sulla questione della sicurezza a Rancitelli ed in particolare al Ferro di Cavallo

Abbattere il Ferro di Cavallo solo se preventivamente si militarizza Rancitelli e si realizza un piano sociale di ricollocamento delle famiglie nelle case popolari. Il consigliere regionale Pettinari, del M5s, torna nuovamente sulla questione della sicurezza nel quartiere dopo i commenti arrivati da diversi esponenti del centrodestra, fra cui il sindaco Masci, che parlano di un abbattimento entro due anni del complesso popolare, sottolineando come gli stessi rappresentanti abbiano approvato le sanatorie per le occupazioni senza titolo delle case popolari in Abruzzo.

FIACCOLATA SILENZIOSA A RANCITELLI

I criminali molto probabilmente, a seguito di un abbattimento degli alloggi occupati, si sposteranno a pochi metri, ad esempio nella vicinissima Via Lago di Capestrano o in Via Lago di Borgiano, dove vi sono decine e decine di alloggi popolari vuoti e abbandonati. Si sposteranno anche a Fontanelle, San Donato, in Via Aldo Moro, a Borgo Marino, a Zanni dove vi sono alloggi vuoti, abbandonati e non assegnati, pronti per essere abusivamente occupati dalla criminalità. I criminali sfonderanno quelle porte e quei muri e prenderanno possesso di un altro fazzoletto di periferia dove già insiste droga, degrado ed emergenza. Quindi non prendiamoci in giro! Abbattiamo tutte le periferie della nostra città? 

L'unica strada, secondo Pettinari, è quella di militarizzare le aree che ospitano famiglie e persone pregiudicate contrastando la criminalità in modo serio, mentre abbattere un edificio rappresenta di fatto una sconfitta ammettendo di non essere riusciti a controllare e soprattutto eradicare il fenomeno criminale:

E allora la soluzione che ripropongo è questa: militarizzare le aree dove vivono e operano questi criminali con unità operative h24 che possano scoraggiare i loro affari sporchi. Intervenire con indagini patrimoniali continue per togliere loro tutto ciò che hanno guadagnato illecitamente: bisogna spogliare questi delinquenti dei propri averi perché, non dimentichiamo mai, che parliamo di gente che ha reddito zero e gira con macchine di lusso e Rolex ai polsi.

E poi, “I signori delle sanatorie”, pensassero a dotare le periferie di servizi utili ai cittadini. Le loro forze politiche hanno governato per decenni la nostra Pescara ed oggi è ancora tutto come prima. Dobbiamo ancora credere a queste persone?  Negli ultimi 30 anni per quanti a Pescara ha governato il centro destra? E per quanti anni il centro sinistra?

Pettinari infine attacca il centrodestra parlando di fallimento sul fronte della sicurezza con Pescara che è insicura anche in pieno centro, con lo spaccio in piazza Salotto ricodando come lui stesso aveva previsto da tempo che prima o poi ci sarebbe scappato il morto:

Amministrazioni talmente sorde che non sono riuscite nemmeno a dare un ascensore all'anziana disabile che non può più uscire di casa alle case popolari Gescal. Adesso basta

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pettinari sull'abbattimento del Ferro di Cavallo: "L'unica soluzione definitiva è la lotta alla criminalità"

IlPescara è in caricamento