rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Il presidente Petrelli sullo sciopero nazionale del personale d'igiente urbana: "Adesione totale per i dipendenti di Ambiente Spa"

Il presidente della commissione ambiente ha spiegato che la giornata è stata superata senza gravi criticità dalla città, anche se per evetuali prossime occasioni di sciopero il servizio andrà rivisto e potenziato

Adesione totale da parte dei dipendenti di Ambiente Spa allo sciopero nazionale del comparto d'igiene urbana e raccolta rifiuti, ma la città ha superato la giornata di disagi anche se, per future occasioni simili, il servizio e l'organizzazione andranno rivisti. Lo ha fatto sapere il presidente della commissione ambiente Ivo Petrelli a seguito della seduta della commissione convocata per tracciare un primo bilancio della giornata con 31 operatori precettati per garantire i servizi essenziali come la pulizia delle aree del mercato in viale Pepe, il conferimento dei rifiuti di scuole, mense scolastiche, ospedali e carceri

“La città era sicuramente preparata alla giornata di sciopero degli operatori del settore igiene pubblica , sia grazie all’attività di comunicazione attuata dall’assessore delegato Isabella Del Trecco, sia agli avvisi lasciati nei giorni scorsi dalla stessa Ambiente Spa. L’adesione allo sciopero è stata totale, proprio perché era condivisa la motivazione che interessa tutto il comparto a livello nazionale, ossia il mancato rinnovo del contratto collettivo nazionale del lavoro fermo da 28 mesi. A Pescara, come da accordi siglati nel 2017, la società ha potuto precettare solo 31 operatori su due turni, per garantire lo svolgimento dei servizi essenziali, ossia la raccolta e il trasporto dei rifiuti solidi urbani relativi a utenze scolastiche, mense pubbliche e private di enti assistenziali, ospedali, case di cura, comunità terapeutiche, ospizi, centri di accoglienza e orfanotrofi, stazioni ferroviarie, marittime, aeroportuali, caserme e carceri, la pulizia dei mercati con 11 unità impiegate, delle aree di parcheggio, delle aree di interesse turistico- museale, lo svuotamento dei rifiuti organici e dei mezzi scarrabili, saltando per oggi il porta a porta e in questo senso l’unica criticità l’abbiamo registrata nelle vie limitrofe all’ospedale, ovvero nella parte bassa dei colli, dove l’utenza, soprattutto i più anziani, comunque ha pensato di poter conferire il proprio mastello pieno all’esterno dell’abitazione salvo non ritrovarlo svuotato stamattina."

Garantiti anche i servizi di disinfestazione adulticida, raccolta siringhe, derattizzazione e disinfezione urgente, e il pronto intervento dalla mezzanotte alle 19,30 oltre ai servizi indispensabili nei due cimiteri. Interventi anche nelle aree della movida, molto affollate nella serata di ieri domenica 7 novembre:

"È evidente che la giornata odierna di astensione dal lavoro lascerà delle criticità, in termini di lavoro da smaltire, che dovranno essere affrontate e risolte nei prossimi giorni, non potendo organizzare un servizio straordinario nelle prossime ventiquattro ore, che sarebbe antisindacale, anche se non si parla di emergenza. I responsabili di Ambiente in realtà si attendono la convocazione a breve di altre giornate di sciopero nazionale, visto che l’evento odierno non ha esaurito la vertenza in atto, e proprio in tale ottica verrà ora chiesto un incontro con le parti sindacali per riuscire ad aumentare il numero degli operatori da poter precettare in occasione degli scioperi, portando il numero da 31 a 57 unità, che è una cifra sicuramente più adeguata rispetto alle esigenze della città”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente Petrelli sullo sciopero nazionale del personale d'igiente urbana: "Adesione totale per i dipendenti di Ambiente Spa"

IlPescara è in caricamento