menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zone Franche: PD "Rischiano l'azzeramento", Mascia rassicura

Il gruppo consiliare del PD, in particolare con il consigliere Fusilli, lancia l'allarme riguardo il possibile azzeramento dei benefici fiscali per le Zone Franche. "Cancellate le agevolazioni nel decreto Milleproroghe, il sindaco deve intervenire". Mascia rassicura: "Siamo già al lavoro per il bene della città"

In Comune, a Pescara, si torna a parlare di Zone Franche Urbane .

E' il gruppo consiliare del PD, in particolare con il consigliere Fusilli, a lanciare nuovamente l'allarme riguardo la possibile cancellazione delle Zone Franche per la città di Pescara, a causa di un articolo presente all'interno del decreto Milleproroghe del Governo Berlusconi.

Già qualche settimana fa l'opposizione cittadina aveva ribadito che il decreto aveva modificato radicalmente i criteri di assegnazione delle agevolazioni e dei fondi da destinare alle nuove imprese cittadine. A quelle dichiarazioni aveva risposto il sindaco Mascia che comunicava la ricezione di una lettera ufficiale da parte del Ministro Scajola che di fatto confermava l'arrivo della prima tranche di finanziamenti destinati alla città.

Ora, il consigliere Fusilli, rilancia nuovamente l'allarme sulla possibile perdita dei principali benefici della Zona Franca, soprattutto per quanto concerne gli sgravi fiscali.

"Il testo normativo riguardante le Zone Franche Urbane, prima del decreto Milleproroghe del Governo, prevedeva l'esenzione dalle imposte sui redditi per i primi cinque anni di attività, con ulteriori sgravi negli anni successivi, oltre all'esenzione dall'imposta regionale sulle attività produttive e dall'imposta comunale sugli immobili (Ici).
Con il decreto Milleproroghe, vengono sostanzialmente abrogate tutte le agevolazioni riguardanti l'esenzione dalle imposte sui redditi, le più importanti per i beneficiari della Zona Franca.
Inoltre, la Commissione Europea, in data 28.10.2009, obbliga il Governo a notificare qualsiasi iniziativa volta a modificare questo regime. Questo comporterà un ulteriore ritardo, o addirittura la possibilità della revoca dell'autorizzazione concessa" dichiara Fusilli.

"Chiediamo quindi un intervento immediato e forte da parte del sindaco e delle forze politiche di maggioranza affinchè vengano mantenute le agevolazioni fiscali necessarie per dare un senso alla Zona Franca, con il coinvolgimento delle forze sociali e produttive della città, unitamente al Consiglio ed alla Giunta Regionale, affinchè venga modificato il decreto Milleproroghe. Pescara non può assolutamente permettersi di perdere questa opportunità unica di sviluppo"

A queste dichiarazioni, hanno replicato Mascia e Sospiri, che confermano il massimo impegno da parte della nuova amministrazione comunale di centrodestra per ottenere i benefici ed i fondi destinati alle Zone Franche Urbane.

"Invitiamo il Pd a riacquistare serenità ed evitare di lanciare allarmismi inutili. Fin dal suo insediamento, l'attuale maggioranza ha attivato un contatto costante con il Ministero ed il Governo per avviare l'iter delle Zone Franche Urbane.

I fondi destinati alla città sono stati ufficialmente confermati dal Ministro, che sta provvedendo ad erogare materialmente la prima parte dei finanziamenti. Per quanto concerne gli sgravi fiscali sulle imposte, non siamo rimasti fermi, ma abbiamo già contattato gli altri sindaci interessati, affinchè si possano avviare iniziative comuni ed ottenere un incontro con il ministro Scajola per avere conferma di tutti i benefici fiscali previsti" hanno dichiarato il sindaco Mascia ed il capogruppo Sospiri.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento