rotate-mobile
Politica

Pescara Vecchia, Di Iacovo (Sel): "No alle ronde armate"

Il consigliere di Sinistra e Libertà Di Iacovo critica il decreto del Prefetto che prevede la presenza di guardie armate private a Pescara Vecchia per rafforzare la sicurezza. "Rischiamo il Far West"

Il consigliere comunale di Sinistra e LIbertà Di Iacovo critica il decreto del Prefetto che prevede l'istituzione di guardie armate private per la vigilanza del Centro Storico, per aumentare la sicurezza durante la movida.

"Si tratta di una risposta sbagliata, inutile e pericolosa. Ben venga la vigilanza privata e i volontari della sicurezza, che hanno il compito di vigilare e allertare il presidio premante delle forze dell'ordine nei pressi della zona, gli unici autorizzati a disporre di armi.
Sarebbe folle trasformare questo corpo di volontari, o la sicurezza privata di cui i locali si dotano, in giustizieri cui è data la possibilità di utilizzare armi da fuoco" afferma Di Iacovo, che invece chiede di potenziare il presidio di Polizia già presente, e sottolinea come questo provvedimento sia di fatto in contrasto con le disposizioni del Governo che invece prevedono ronde senza armi.

"Il Centro storico di Pescara é una ricchezza che va disciplinata e regolamentata nell'interesse di residenti, gestori e avventori. Non rispondiamo a queste sacrosante esigenze trasformandolo in un Far West." conclude Di Iacovo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara Vecchia, Di Iacovo (Sel): "No alle ronde armate"

IlPescara è in caricamento