Politica

Anche a Pescara il fenomeno dei "pendolari" della spazzatura

I consiglieri comunali Frattarelli e Sclocco denunciano problemi per la raccolta dei rifiuti nelle zone non servite dalla differenziata porta a porta, con i bidoni spesso riempiti da cittadini in arrivo da altre zone

Cittadini che, per pigrizia o mancanza di senso civico, preferisco portare il proprio pattume nei bidoni dell'indifferenziata nelle zone dove il servizio porta a porta non è ancora arrivato, piuttosto che utilizzare i propri mastelli casalinghi. La denuncia arriva dai consiglieri Sclocco e Frattarelli che evidenziano come il fenomeno crei problemi agli stessi residenti delle zone a raccolta indifferenziata, che spesso si trovano i bidoni pieni di spazzatura proveniente da altre zone della città.

Un vero e proprio fenomeno di "pendolarismo" del pattume al quale il Comune, spiegano i consiglieri, dovrebbe porre rimedio con fototrappole e telecamere in città per stanare gli sporcaccioni:

Siamo intenzionati a chiedere al Sindaco, ad “Ambiente” ed ai vigili urbani di intensificare i controlli con l’apertura delle buste “abusive”, anche a campione. Di procedere con l’istallazione delle 300 telecamere, già promesse in estate, ma ancora non installate. Di attivare un numero telefonico ad hoc per segnalare chi si ostina ad abbandonare i rifiuti per strada o li conferisce fuori orario. Di incrementare i passaggi di ritiro di tutte le tipologie di rifiuti da parte di “Ambiente

rifiuti11-3

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Pescara il fenomeno dei "pendolari" della spazzatura

IlPescara è in caricamento