A Pescara il "weekend dei saldi" per rilanciare il commercio nei negozi cittadini

Incontro questa mattina durante la seduta della commissione comunale attività produttive e commercio, presieduta dal consigliere Rapposelli

Organizzare la notte dei saldi con una formula nuova, che magari possa essere spalmata sull'intero weekend dal 31 luglio al 2 agosto, un evento necessario per supportare i commercianti del centro e di tutte le zone della città in crisi per i mancati guadagni derivanti dall'emergenza Coronavirus.

La richiesta arriva dal presidente della commissione commercio ed attività produttive Rapposelli, a margine della seduta odierna che ha visto la partecipazione anche dei rappresentanti delle associazioni dei commercianti, ovvero Riccardo Padovano e Vincenzina De Sanctis per la Confcommercio, Gianni Taucci per Confesercenti, Marina Dolci, Marco Canale per il consorzio ‘Pescara in Centro’, Fabrizio Vianale di Confartigianato e Angelo Allegrino di Ascom.

NEGOZI APERTI A PESCARA FINO A MEZZANOTTE

L'assessore Cremonese ha già fatto partire la possibilità di tenere aperti i negozi, durante il fine settimana, anche fino a tarda notte ma il primo esperimento ha visto una scarsissima partecipazione, probabilmente solo 3 negozi e tutti su via Trento. L'assessore proseguirà nell'iniziativa concordando aggiustamenti con gli stessi commercianti. Con l'iniziativa ‘Singing in the street’ sono previsti micro eventi lungo le strade dello shopping ma attualmente il fine settimana di inizio dei saldi, ovvero dal 31 luglio al 2 agosto, è di fatto scoperto.

E allora in questo ‘vuoto’ si inserisce la Commissione Commercio e Attività Produttive chiedendo con forza alla giunta di attivarsi per organizzare anche la ‘Notte dei Saldi estivi’, predisponendo una mini-carrellata di microeventi musicali da spalmare su tutte le vie del centro, affinchè siano elemento di attrazione per i potenziali clienti. In alternativa si potrebbe sfruttare anche il più semplice strumento della filodiffusione, come già avvenuto durante le feste natalizie, dedicando, ad esempio, il fine settimana dei saldi alla musica di un grande compositore che ci ha lasciato da qualche giorno, Ennio Morricone.

Le associazioni dei commercianti hanno spiegato che le aperture serali occorrono diverse misure, come l'occupazione gratuita del suolo pubblico per tutti, ed una promozione capillare delle iniziative. Il post Covid si sta rivelando problematico, spiegano i rappresentanti, con il passeggio che sembra ancora non decollare, e dunque occorre un supporto per incentivare le uscite e gli acquisti anche durante il giorno.

Padovano ha aggiunto:

La nostra Associazione ha già inviato al Comune una serie di proposte da adottare per il week end dei saldi, ovvero l’organizzazione di piccoli eventi dal 31 luglio alla domenica 2 agosto che facciano da traino agli acquisti; la gratuità del parcheggio sulle aree di risulta dalle ore 18 del venerdì 31 luglio alla sera della domenica; avviare al più presto la promozione social e stampa sullo shopping a Pescara, anche distribuendo locandine da esporre in tutti i pubblici esercizi. Su queste proposte ora aspettiamo il parere dell’amministrazione comunale

Rapposelli ha fatto sapere che tutte le istanze e proposte avanzate dalle associazioni di categoria saranno sottoposte ora all'amministrazione comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento