Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica Centro

Pescara ricorda il bombardamento del 31 agosto 1943 con i suoni originali di quel tragico giorno [FOTO]

Nel pomeriggio la cerimonia istituzionale anticipata alle 13.20 dagli audio originali del bombardamento e dalle schede tecniche della cronologia degli eventi di quel terribile giorno di fine agosto

I suoni originali della sirena e dei bombardieri, le schede esplicative della cronologia dei fatti e una cerimonia istituzionale davanti al Comune. Così l'amministrazione Masci ha voluto ricordare il 78esimo anniversario del bombardamento del 31 agosto 1943 quando gli alleati con i quadrimotori B-24 Liberator  americani sganciarono bombe sulla città portando la guerra anche a Pescara.

Un audio con una scheda esplicativa a cura degli attori Giulia Basel e Alessio Tessitore ha aperto dagli altoparlanti di Radiomare proprio alle 13.20 la commemorazione istituzionale con il pensiero a tutte le vittime civili e militari, ai feriti, ai mutilati, agli orfani con la cerimonia in largo Chiola alla presenza delle associazioni combattentistiche e d'arma aperta dalla deposizione di una corona floreale ai piedi della lapide.

Il sindaco Masci ha dichiarato:

"Quando i puntatori individuavano l’area bombing, niente di ciò che sorgeva nel raggio di 500 metri poteva dirsi al
sicuro. E a Pescara tutto era vicino. Dopo dieci, quindici minuti di esplosioni, i B-24 andarono via. Il prefetto e il podestà telegrafarono che le vittime erano appena 40, invece erano state tra mille e duemila. Nulla funzionò nella macchina dei soccorsi. Si scavò a mani nude tra le macerie, per tirare fuori morti, feriti, sopravvissuti miracolati, corpi fatti a brandelli.

Abbiamo il dovere di imparare dal passato, di ricordare e di tramandare la storia. Per questo l’amministrazione comunale, oltre a curare particolarmente ogni aspetto del nostro passato, ha aderito alla rete delle città bombardate nel secondo conflitto mondiale: un’iniziativa partita da Cassino e che lega le esperienze drammatiche della guerra alla rigenerazione morale della pace"

Il presidente Antonelli ha invece ricordato che 20 anni fa, il presidente Ciampi conferì al gonfalone della città di Pescara la medaglia d'oro al valor civile:

"Una medaglia simbolo di un sacrificio che unisce concordemente partiti, schieramenti, idee, opinioni. Ci accomuna a una sofferenza generazionale che ci ha profondamente segnati anche se non abbiamo vissuto i drammatici giorni dei bombardamenti e dello sfollamento; il dolore, il ricordo, la commemorazione,
appartengono alla dimensione pubblica e condivisa. "

La cerimonia si è conclusa con la lettura di Giulia Basel e Alessio Tessitore di alcune pagine originali ed estratti dal saggio" L’Italia sotto le bombe– Guerra aerea e vita civile 1940-1945" di Marco Patricelli,

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara ricorda il bombardamento del 31 agosto 1943 con i suoni originali di quel tragico giorno [FOTO]

IlPescara è in caricamento