Venerdì, 6 Agosto 2021
Politica

L'attacco del consigliere Pd Pepe sulla questione cinghiali: "La giunta Marsilio ha abbandonato l'Abruzzo"

L'ex assessore della Regione Abruzzo ad agricoltura e caccia rivendica il lavoro e piano predisposto durante la precedente amministrazione regionale

La giunta Marsilio ha abbandonato gli abruzzesi sulla questione del piano di controllo dei cinghiali. Ad affermarlo è l'ex assessore regionale ad agricoltura e caccia Dino Pepe, che rivendica quanto fatto dalla precedente amministrazione regionale ed attacca il centrodestra, colpevole di non aver applicato gli interventi necessari a contenere il proliferare degli ungulati sul territorio, con i danni e rischi per l'agricoltura e gli automobilisti.

"Il resoconto finale, oggi agli atti della Regione Abruzzo, con i risultati completi di quel Piano strategico evidenziava chiaramente- prosegue- una drastica flessione dei danni alle colture agricole e una netta riduzione degli incidenti stradali provocati dall'attraversamento di questi animali.

Sulla carta il suddetto piano è stato prorogato dalla giunta per un altro anno, visti anche i gravissimi danni alle colture che gli agricoltori stanno subendo proprio in questi giorni ed il pressing delle associazioni di categoria (la Cia, Confederazione Italiana Agricoltori, ha chiesto di essere ascoltata dai Capigruppo per il fatto che è stata bloccata ogni iniziativa di controllo sulla fauna selvatica), ma in realtà è del tutto fermo e inoperante: le squadre dei selecontrollori, un gruppo specializzato di cacciatori formati dalla Regione e dagli Atc con grande dispendio di risorse, appositamente per abbattere i cinghiali a caccia chiusa, sono inattive".

La Regione, secondo Pepe, affronta il problema con totale immobilismo, nonostante abbia una macchina pienamente funzionante ma priva di benzina, che sta provocando un aumento preoccupanti degli esemplari sparsi sul territorio regionale.

"Da parte del presidente della Regione, Marco Marsilio, e dell'attuale assessore regionale alla caccia, nonché vicepresidente della Giunta, Emanuele Imprudente, arriva "solo silenzio" alle richieste di aiuto lanciate dai sindaci. 

Ormai è sotto gli occhi di tutti l'incapacità del presidente della Regione Abruzzo e del suo vice presidente di gestire l'emergenza cinghiali ed è sotto gli occhi di tutti il disinteresse nei confronti di sindaci, operatori economici e automobilisti che urlano a gran voce un intervento urgente"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'attacco del consigliere Pd Pepe sulla questione cinghiali: "La giunta Marsilio ha abbandonato l'Abruzzo"

IlPescara è in caricamento