menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Penne: sì all’istituzione del registro del testamento biologico

Dopo Pisa, Firenze, Torino, Genova ed altri municipi, anche il consiglio comunale di Penne ha approvato l’istituzione del registro del testamento biologico promossa a livello nazionale da Sinistra Ecologia e Libertà

A seguito di una lunga e articolata discussione, la mozione proposta dai consiglieri Guglielmo Di Paolo e Matteo Tresca, del gruppo di Sinistra Democratica, e dall’assessore Andrea Marrone è stata votata da 10 consiglieri su 14 presenti in aula.

Sull’esempio di altre città nelle quali il registro è già stato attuato, anche a Penne sarà possibile esprimere le proprie volontà sulla fine della propria vita in una busta chiusa e sigillata che verrà conservata, nel massimo rispetto della privacy, negli uffici comunali.

La delibera ha visto il voto contrario del consigliere Paolo Fornarola (PD), mentre si sono astenuti i consiglieri D’Angelo (Unione per Penne), Di Simone (Alleanza per Penne) ed Evangelista (PD). Il Sindaco Donato Di Marcoberardino, invece, ha votato positivamente.

Il Capogruppo di Sinistra Democratica, Guglielmo Di Paolo, si è detto estremamente soddisfatto per come è stata votata la mozione:
 “Siamo molto soddisfatti perché il consiglio comunale di Penne, credo per primo in Abruzzo, si è pronunciato affermando la laicità delle istituzioni, finalizzata a tenere separate le convinzioni religiose dai doveri di uno Stato laico”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento