Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica Penne

Penne, reparto di Gastroenterologia ancora in emergenza

La denuncia arriva nuovamente dal consigliere regionale del M5S Pettinari che aveva denunciato la carenza di personale e di sale per gli esami di endoscopia

Nessuna risposta concreta dall'assessore Verì sulla volontà di salvare il reparto di gastroenterologia endoscopica di Penne, fra le eccellenze regionali e del centro Italia nel settore. Il consigliere regionale del M5s Pettinari attacca nuovamente la giunta regionale e l'assessore dopo la denuncia fatta mesi fa della situazione d'emergenza che vive il reparto con la carenza di personale e di sale per gli esami di endoscopia.

PENNE, CARENZA DI PERSONALE NEL REPARTO DI GASTROENTEROLOGIA

Nonostante infatti la Asl abbia assegnato un secondo medico al reparto, questi continua a svolgere la propria funzione a Pescara, penalizzando di fatto quel reparto che rappresenta un punto irrinuciabile per l'entroterra pescarese e che si era conquistato la fama di essere un'eccellenza assoluta per gli esami diagnostici.

Pettinari ha aggiunto:

L’Assessore continua a leggere risposte vuote di visione politica, scritte dagli uffici e che non palesano in nessun modo la volontà di questa giunta in una direzione o nell’altra. Stiamo parlando di un servizio che copre un bacino di utenza di circa 42.000 abitanti, suddivisi in 14 comuni, in zone montane e di difficile percorrenza, di cui alcuni facenti parte del cratere del sisma de L’Aquila del 2009 o comunque poste a breve distanza dallo stesso Comune di Penne.

Proprio su tali presupposti veniva approvato dal Parlamento un emendamento presentato dal M5S che derogava le misure messe in atto dal Decreto Lorenzin. Scongiurando così il depotenziamento previsto dalla norma nazionale.Ma ad oggi la Giunta è ferma ed è vergognoso che non si mettano in campo tutte le azioni necessarie per ripristinare i servizi nella struttura
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penne, reparto di Gastroenterologia ancora in emergenza

IlPescara è in caricamento