rotate-mobile
Politica

Pedaggi sulle autostrade A24 e A25, i sindaci annunciano nuove proteste

Esprimendo "la totale indignazione e insoddisfazione per il mancato rispetto degli impegni assunti dal ministero", i sindaci torneranno a manifestare contro il caro pedaggi su A24 e A25, problema che riguarda anche la tratta Pescara-Roma

Esprimendo "la totale indignazione e insoddisfazione per il mancato rispetto degli impegni assunti il 5 luglio scorso dal ministero delle Infrastrutture e Trasporti", nel corso dell'incontro a Roma, i sindaci laziali e abruzzesi interessati hanno annunciato che torneranno a manifestare contro il caro pedaggi nelle autostrade A24 e A25, problema che riguarda anche la tratta Pescara-Roma.

Il 6 agosto è in programma un incontro a Carsoli per stabilire le iniziative di protesta.

"La richiesta dei sindaci di riportare le tariffe al 31.12.2017, è stata disattesa e, l'inaccettabile impegno del Governo a 'ridurre l'aumento percentuale previsto per il primo gennaio' è stato rinviato alla legge di stabilità. Come dire: la mano destra non sa cosa fa la mano sinistra", affermano nella nota gli amministratori. "Inoltre, il ministro ha confermato l'impegno ad una rapida definizione del Pef senza indicare, purtroppo, alcuna certezza temporale", aggiungono.

In una nota da parte sua, il Mit ha affermato di aver "recepito con grande attenzione le istanze dei sindaci", ha "assicurato il rispetto della normativa sulla trasparenza in ordine alle concessioni" e si è impegnato "a calmierare le tariffe in tempi rapidi e con i mezzi legislativi più idonei".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedaggi sulle autostrade A24 e A25, i sindaci annunciano nuove proteste

IlPescara è in caricamento