Politica

Pedaggi autostrade A24 e A25, decisa la sospensione degli aumenti

A farlo sapere è l'onorevole Carmela Grippa del Movimento 5 Stelle

Sospesi i rincari dei pedaggi delle autostrade A24 e A25 per tutto il 2020.
A farlo sapere è l'onorevole Carmela Grippa del Movimento 5 Stelle

La sospensione è scaturita grazie a un emendamento approvato durante la discussione in commissione Ambiente alla Camera del procedimento di conversione del decreto “sisma”.

Si è così giunti all’accordo sulla sterilizzazione delle tariffe del pedaggio sull’autostrada Strada dei Parchi tutto il 2020.

«Tuttavia», scrive l'onorevole Grippa, «non sono mancate nelle ultime ore le indebite appropriazioni del risultato raggiunto, soprattutto come capita sovente in questo Paese da parte di chi ha fatto poco o nulla per risolvere il problema».

Proprio su questo, così i parlamentari e i senatori del Movimento 5 Stelle commentano:

«Il governatore Marsilio sta facendo tutto il possibile per far credere che sia un loro obiettivo raggiunto quello del blocco dei rincari. Ci dispiace smentire e frenare tutto il suo entusiasmo ma vorremmo  solo ribadire che lo stop agli aumenti è nel decreto sisma che è ora alla Camera dei Deputati, dove il governatore non può votarlo, poi passerà al Senato ma a memoria ricordiamo che nemmeno li può votarlo Marsilio...perché non più senatore ma passato alla Regione Abruzzo. Davvero non capiamo...forse ci  manca qualche passaggio...che c'entra Marsilio? In rete si legge addirittura una grafica che rivendica lo stop con in calce la sua firma, siamo davvero al ridicolo”. Mentre il Governo e la maggioranza hanno dimostrato di avere presente le esigenze dei cittadini che per diversi motivi sono costretti a spostarsi utilizzando la Strada dei Parchi, purtroppo c’è sempre qualche amministratore che ne vuole fare una questione politica, da perenne campagna elettorale. Noi siamo e saremo sempre dalla parte di chi vuole e si impegna a risolvere i problemi che giungono dal territorio e per questo siamo felici di continuare il nostro lavoro nelle istituzioni». 

Alla Grippa replica Mario Quaglieri, consigliere di Fratelli d'Italia:

«Notizia fake dei grillini, l’emendamento è quello scritto dal presidente Marsilio. Mi unisco alla soddisfazione del governatore Marsilio per il risultato ottenuto e ricordo come la Regione Abruzzo in questi mesi si sia prodigata per raggiungere tale obiettivo fino a predisporre l’emendamento approvato dalla Camera. I grillini affermano tuttavia l’estraneità della Regione su questo provvedimento ma se non fosse stato per la solerzia del presidente Marsilio, la pigrizia legislativa del Governo nazionale nonché la loro lontananza dal territorio da quando hanno occupato i palazzi del potere, non avremmo di certo ottenuto il risultato sperato con grave danno per l’economia abruzzese. C’è ulteriormente da ricordare che analogo emendamento è stato più volte presentato dal gruppo di Fratelli d’Italia in seno alla Camera dei deputati ed anche dall’allora senatore Marsilio, ma puntualmente bocciato dai parlamentari grillini. Un importante inciso questo che la dice lunga sulla loro vicinanza agli abruzzesi. Mi farebbe, invece, piacere se i grillini spiegassero come mai l’emendamento in questione sia stato riformulato riducendo la scadenza della proroga al 31 dicembre 2020 , anziché mantenere il termine del 31 dicembre 2021 come indicato dalla proposta di Marsilio. Mi piace apprendere come sia bastata una grafica sul tema, pubblicata legittimamente dallo stesso Marsilio, a far svegliare i grillini dal lungo letargo, e auspico che restino svegli e vigili nell’accogliere gli emendamenti che il presidente Marsilio ha fatto predisporre anche per il decreto Sisma».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedaggi autostrade A24 e A25, decisa la sospensione degli aumenti

IlPescara è in caricamento