Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

I consiglieri del Pd contro lo "sfratto" delle rastrelliere per bici sul lungomare: "Si cerchi una soluzione diversa"

I consiglieri comunali di centrosinistra intervengono in merito alla questione delle rastrelliere lungo la riviera nord, al centro di una polemica negli ultimi giorni

No alle rastrelliere per bici "sfrattate" dal lungomare alla vigilia dell'apertura della stagione estiva e balneare. I consiglieri comunali del Pd Piero Giampietro, Stefania Catalano, Francesco Pagnanelli, Marco Presutti e Giovanni Di Iacovo intervengono in merito alla questione della rimozione delle rastrelliere al centro di una polemica negli ultimi giorni, dopo che il sindaco Masci aveva paventato l'ipotesi di farle posizionare all'interno degli stabilimenti balneari. Secondo il Pd sarebbe una scelta sensa senso soprattutto per una città che ha apena ottenuto la Bandiera Blu:

"Visto l’enorme incremento dell’uso della bicicletta nella nostra città, ci chiediamo se prima di lanciare questa proposta ne sia stato studiato l’impatto sul numero di posteggi, dato che non tutti gli stabilimenti hanno i medesimi spazi a disposizione all’interno delle loro concessioni e la rimozione delle rastrelliere dal lungomare rischia di avere come unico effetto la riduzione del numero di posteggi a disposizione"

I consiglieri non condividono la proposta in quanto la riduzione di posteggi potrebbe portare gli utenti a legarle ovunque creando una situazione di caos e degrado che nessuno vuole:

"Ci aspettavamo eventualmente una proposta per riorganizzare gli spazi, uniformarne lo stile, valutarne ad esempio il potenziamento sul lato monti del lungomare: limitarsi a rimuoverle dalla vista di chi passeggia, in pieno giorno nei mesi estivi, sul lungomare non è una soluzione"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I consiglieri del Pd contro lo "sfratto" delle rastrelliere per bici sul lungomare: "Si cerchi una soluzione diversa"

IlPescara è in caricamento