rotate-mobile
Politica

Il Pd sui lavori sulle strade del comprensorio turistico religioso della Maiella: "La Provincia ci ripensa, bando ancora valido"

Il consigliere regionale Antonio Blasioli, il consigliere provinciale Gianni Chiacchia e il sindaco di Lettomanoppello Simone Romano D’Alfonso esultano per la decisione presa dall'ente provinciale

Il consigliere regionale del Pd Antonio Blasioli, assieme al consigliere provinciale Gianni Chiacchia e al Sindaco di Lettomanoppello Simone Romano D’Alfonso hanno fatto sapere che la Provincia di Pescara valuterà le 16 offerte pervenute per i lavori di sistemazione delle strade del bacino turistico/religioso della Majella facendo una sorta di dietrofront rispetto a quanto dichiarato nei giorni scorsi, quando si era deciso di revocare la gara e lo stesso Pd aveva parlato di una scelta sbagliata ed errata.

"A inizio settimana abbiamo evidenziato a mezzo stampa ritardi ed errori commessi da Provincia e Regione sui lavori di sistemazione delle strade del bacino turistico/religioso della Maiella, da ultimo la revoca in autotutela della procedura di scelta del contraente con atto della Provincia n. 21 del 18 gennaio 2022 per mancata copertura finanziaria, pur essendo successiva al ripristino dei fondi da parte del Cipess (dicembre 2021). Ebbene, la Provincia ha ascoltato le nostre osservazioni e ha agito seguendo quanto da noi proposto. Detto – compreso - fatto: con determina dirigenziale n. 117 del 24/02/2022 la Provincia di Pescara ha revocato la determina del 18.01.22 ed ha riavviato la procedura di scelta del contraente per l’esecuzione dei lavori dando seguito alle operazioni di aggiudicazione dell’opera."

Il consigliere Chiacchia aveva inviato una nota all'ente provinciale riguardante la necessità di proseguire con la procedura di scelta già avviata per permettere in tempi relativamente brevi di procedere con l'avvio dei lavori, e già in estate se non ci saranno ulteriori problemi partiranno i cantieri sulla Sr 539, la Sp 58 e la Sp 60.

"Mettere in sicurezza la strada che da Scafa porta a Lettomanoppello e Passolanciano e poi al Volto Santo di Manoppello era un obiettivo della Giunta D’Alfonso che aveva stanziato circa 9 milioni di Fondi Masterplan, tardivamente progettati dalla giunta provinciale Zaffiri e poi addirittura sospesi dalla Giunta Marsilio pur se non gravati da alcun rischio di definanziamento. Riqualificare quell’arteria stradale sarà utile per i tanti lavoratori e studenti delle aree interne che si muovono su queste strade ma anche per i tanti turisti e sportivi che si muovono verso Passolanciano e verso il Volto Santo di Manoppello. Se la nostra attività è stata utile per evitare che tutto riniziasse nuovamente, altrettanto impegno porremo per verificare che tutto proceda correttamente e che a breve si possa vedere la messa in sicurezza."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd sui lavori sulle strade del comprensorio turistico religioso della Maiella: "La Provincia ci ripensa, bando ancora valido"

IlPescara è in caricamento