Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica

Città ferma dopo 6 mesi di giunta Masci: il Pd pescarese fa il bilancio dei primi 180 giorni di centrodestra

A parlare il segretario cittadino Di Pietrantonio che attacca l'amministrazione Masci in particolare per la questione del Dup

Approssimazione, immobilismo ed idee scellerate come quelle contenute nel Dup. Duro attacco del Pd cittadino, con il segretario Di Pietrantonio che si rivolge alla giunta Masci a sei mesi dall'insediamento, tracciando un bilancio dell'attività svolta dall'amministrazione di centrodestra in città.

NO ALL'UNIVERSITÀ ALL'EX COFA

Secondo Di Pietrantonio, la questione della cementificazione dell'ex Cofa per trasferirci l'università di Pescara è un'idea sbagliata che andrebbe a compromettere il rilancio turistico di quell'area e il futuro di Pescara, con l'alternativa invece di acquisire la caserma dei vigili del fuoco sempre in viale Pindaro per espandere il polo universitario.

Quello che manca nel documento di programmazione, è la capacità di programmazione delle forze di maggioranza a trazione Leghista è una visione di Città e del suo sviluppo futuro sui temi cruciali come, l’area di risulta, la nuova Pescara fortemente osteggiata dalla Lega , la nuova sede della Regione, la città della musica e le periferie, il porto e l’aeroporto, sicurezza, la lotta al degrado , le emergenze sociali , il verde urbano
Su temi così importanti si improvvisano solo decisioni estemporanee e approssimative come la chiusura dello Spaz , l’unico centro di aggregazione giovanile perfettamente funzionante con un grande valore simbolico , o come il chiacchiericcio sulla destinazione dell’ex Enaip, o ancora come il balbettio sull’ area di risulta che rischia di far perdere l’unico finanziamento sicuro, 12 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione presieduta da D’Alfonso.

Il Pd chiede al sindaco ed alla maggioranza di rivedere l'orientamento manifestato, indirizzandosi verso scelte più consapevoli e responsabili, condividendole anche con l'opposizione ed uscendo dal palazzo per coinvolgere le migliori menti ed energie culturali della città:

Ci sembra di rivivere la stessa impostazione della passata Giunta di centro destra Arbore Mascia, bocciata dai Cittadini nel 2014, che si ricorda solo per l’enorme debito lasciato a chi è arrivato dopo, mettendo a rischio di fallimento il Comune, la chiusura del porto di Pescara e la chiusura di corso Vittorio , ripresentatasi sostanzialmente nel 2019 con le stesse persone e con qualche cambio di casacche in favore della Lega.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città ferma dopo 6 mesi di giunta Masci: il Pd pescarese fa il bilancio dei primi 180 giorni di centrodestra

IlPescara è in caricamento