rotate-mobile
Politica

Zaki scarcerato, Di Iacovo: "Ma non possiamo abbassare la guardia"

In questi mesi anche Pescara si è più volte mobilitata per chiedere la sua liberazione. A giugno è arrivata la votazione favorevole del nostro consiglio comunale, che stabilisce che Zaki sarà cittadino onorario

Lo scrittore Giovanni Di Iacovo, consigliere comunale del Pd, esprime tutta la propria gioia dopo la notizia che Patrick Zaki sarà scarcerato. Questo il post pubblicato da Di Iacovo sui social:

"Dopo 22 mesi di ingiusta e vergognosa detenzione, arriva finalmente una bella notizia. La battaglia non è vinta perché Patrick non ha ricevuto la piena assoluzione come meriterebbe, è ancora imputato, quindi non possiamo abbassare la guardia. Ma essere felici per la notizia, questo sì".

Nelle file Dem si fa sentire anche l'ex segretario nazionale Nicola Zingaretti, che parla di "un primo passo verso la giustizia. Continuiamo a tenere alta l’attenzione. La mobilitazione per la libertà va avanti, siamo con te!". Zaki era in carcere da quasi due anni con l’accusa di aver diffuso false informazioni attraverso articoli giornalistici.

In questi mesi anche Pescara si è più volte mobilitata per chiedere la sua liberazione e il conferimento della nazionalità italiana al giovane egiziano, che tra l'altro è uno studente dell’università di Bologna. A giugno, poi, è arrivata la votazione favorevole del nostro consiglio comunale, che stabilisce che Patrick sarà cittadino onorario.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaki scarcerato, Di Iacovo: "Ma non possiamo abbassare la guardia"

IlPescara è in caricamento