Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica Castellamare

Parco Florida, Del Vecchio attacca Mascia per i cartelli: "Usurpa i meriti di altri"

Enzo Del Vecchio attacca il sindaco Mascia per i nuovi cartelli affissi fuori dal Parco Florida: "Si attribuisce meriti di altri"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPescara

Una, due, tre telefonate da parte di cittadini che si lamentavano di una ingiusta quanto incomprensibile
sostituzione dei cartelli posti agli ingressi del Parco Florida hanno suscitato la mia curiosità che non è
rimasta delusa a seguito della visita svolta nella centralissima area verde cittadina.

Lucidi e sfavillanti campeggiano all’ingresso del parco i nuovi cartelli fatti apporre dalla attuale e
volitiva amministrazione sui quali campeggiano i nomi dei presunti realizzatori dello stesso parco e cioè il Sindaco Mascia e l’Assessore Renzetti.

Una stranezza che non deve essere passata inosservata ai cittadini pescaresi capaci di poter ricordare
con nitidezza quel giorno di giugno del 2005 quando l’allora amministrazione D’Alfonso consegnava
alla Città una riqualificata area che fino ad allora altro aveva conosciuto solo abbandono e desolazione
dentro una sconquassata recinzione fatta di lamiere e tavole sbilenche.

Un periodo, quello dell’amministrazione D’Alfonso, che aveva fatto conoscere alla Città di Pescara
una stagione di straordinari cambiamenti e stravolgimenti con l’apertura di decine di aree verdi e piste
ciclabili, la riqualificazione di piazze e strade, il recupero di importanti edifici storici come l’Aurum, il Circolo Aternino, il Teatro Michetti, e che oggi, invece, vive di abbandoni.

Di fronte a questo eclatante e massiccio degrado in cui versa la Città, a cui non può ritenersi estraneo
il suo primo cittadino, il Sindaco Mascia ha pensato bene di recuperare un pò della propria squalificata
immagine di uomo pubblico impossessandosi di opere fatte da altri e sperando nella labilità della
memoria dei suoi amministrati.

Peccato che i cittadini di Pescara oltre a conservare buona memoria dimostrano anche di non gradire
affatto queste squallide operazioni come testimoniata oggi dalle bacheche del Parco Florida che, nella
presunzione di questa scalcinata amministrazione, sarebbe legittimata in virtù di un altro cartello, quello
apposto a fianco alle bacheche principali che avvisa l’esecuzione di opere di manutenzione all’interno
del Parco per la “incredibile” cifra di €. 6.520. Cifra che, peraltro, ad una attenta lettura delle determina
n. 91 del 06.09.2012 risulta essere ancor più piccola e cioè di €. 5.620.

Alla rabbia ed allo sconcerto di alcuni cittadini presenti al Parco per questo inqualificabile
comportamento dell’amministrazione Mascia non mancava chi si lasciava andare ad una sana ironia
del tipo: “tranquilli, quella spesa di €. 6.520 (€. 5.620) altro non è che il costo del cartello, mentre il
costo dei lavori veri sono ancora lì da venire, casomai in concomitanza con grandi manifesti 6 x 3 con la
consueta scritta “IL GOVERNO DEI FATTI” o forse adesso sarebbe meglio dire dei “MISFATTI”.

Una autentica “pena” che questa Città vive giorno dopo giorno con sempre maggiore sofferenza e che
aspetta un gesto responsabile da parte di chi può mettere definitivamente fine a questo stillicidio.

Per il Gruppo del PD
Enzo Del Vecchio
Paola Marchegiani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Florida, Del Vecchio attacca Mascia per i cartelli: "Usurpa i meriti di altri"

IlPescara è in caricamento