menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco ex Caserma Cocco, il Comune lo affida ad Agorà: "Situazione disastrosa"

L'assessore comunale Ricotta ha comunicato ieri ufficialmente che l'Associazione Agorà si occuperà di gestire a titolo gratuito il parco dell'ex Caserma Cocco. Il presidente Cipriani, dopo un primo sopralluogo: "Situazione drammatica: abbiamo trovato motorini rubati, siringhe, bottiglie di vetro"

L'assessore comunale Ricotta ha ufficializzato ieri la consegna del parco dell'ex Caserma Cocco di Portanuova all'Associazione Agorà.

Agorà infatti si occuperà, a titolo gratuito, per due anni, dell'apertura e chiusura del parco, e della piccola manutenzione ordinaria, utilizzando mezzi e risorse messe a disposizione dal Comune.

Ricotta ha colto l'occasione per annunciare un piano della Giunta per rivedere la gestione di tutti i parchi cittadini.

  Abbiamo trovato una situazione disastrosa nella maggior parte dei parchi cittadini  
"La nuova amministrazione comunale vuole garantire la fruibilità delle aree verdi cittadine, che, nella maggior parte dei casi, abbiamo trovato in condizioni disastrose. Pensiamo al Parco dell’Infanzia, che ha subito atti vandalici, o al Parco di via Caduti di Nassiriya, aree che hanno bisogno di una cura costante. La nostra attenzione, ovviamente è caduta in via prioritaria sui parchi più grandi, come Villa Sabucchi o, inevitabilmente, il Parco della ex Caserma Cocco, nel cuore di Porta Nuova" dichiara l'assessore.

Il Presidente di Agorà, Cipriani, ha invece effettuato un primo sopralluogo sul posto: "La situazione del parco dell'ex caserma Cocco è drammatica. Abbiamo trovato all'interno pezzi di motorini rubati ed intere carcasse abbandonate, portafogli vuoti, erbacce alte ed incolte e purtroppo centinaia di siringhe usate ed abbandonate. Abbiamo già informato i Carabinieri di questa situazione. La tromba d'aria dell'altro giorno, invece, ha divelto il cancello d'ingresso che si trova proprio di fronte alla Caserma dei Vigili Del Fuoco, che effettueranno alcuni sopralluoghi nei prossimi giorni."

Ricotta infine ha concluso ricordando che qualsiasi proposta che arriverà da altre associazioni per gestire altri spazi verdi, come ad esempio i parchi di via Tavo e via Lago di Capestrano, sarà valutata con la massima attenzione.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento