menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara: parcheggi e commercio in centro, parlano di Pietrantonio e Mascia

Il PD ha tenuto ieri una conferenza stampa nella quale ha criticato gli ultimi provvedimenti riguardanti le nuove tariffe dei parcheggi, la Ztl del centro ed il centro commerciale naturale: "Commercio in ginocchio", Mascia: "Visione limitata"

Il gruppo consiliare del PD, in particolare con Di Pietrantonio, interviene e critica l'operato dell'attuale amministrazione comunale in merito alle questioni della variazione delle tariffe dei parcheggi , della Ztl e del centro commeciale naturale.

"Sull’area di risulta è stato raddoppiato il ticket dei parcheggi, nel centro storico è impossibile parcheggiare per i lavori sulla golena. Fioccano le multe e le attività commerciali in città sono in ginocchio. I dati delle associazioni di categoria del settore commercio ci indicano un dato sull’occupazione di questo settore molto negativo nel 2009 rapportato al 2008, di un -16%.
Inoltre la cassa integrazione ordinaria nel settore commercio nella città di Pescara ha avuto un variazione % nel 2009 raffrontato nel 2008 di un +224,1%.
Questi dati ci fanno capire la difficoltà che vive il settore nella nostra città." ha dichiarato Di Pietrantonio.

"La proposta di istituire una Ztl ampia nel centro della città rispondeva all’esigenza di razionalizzare e ottimizzare la possibilità di parcheggio, e di regolare il traffico all’interno dell’allora piano traffico, tutto questo con grande lavoro e impegno da parte dell’allora giunta di centro sinistra e di tecnici del settore nell’affrontare uno dei problemi più spinosi della nostra città. Il progetto sperimentale ipotizzato prevedeva l’esenzione  del ticket per tutti i residenti dell’area in questione Ztl e un ticket con parcheggio per i non residenti.
La nostra amministrazione  ha mantenuto bloccato il ticket sui parcheggi dell’area di risulta ad € 1.50 per ben sei anni proprio per andare incontro alle esigenze economiche della nostra città, questo ha significato saper leggere e interpretare la realtà del nostro territorio, a differenza di quanto sta facendo l’attuale amministrazione che si è distinta dopo pochi mesi di governo per aver raddoppiato il ticket dei parcheggi portandolo a € 3.00.
Sul centro commerciale naturale va ricordato che la nostra amministrazione ha investito più di dieci milioni di euro nel rifacimento di corso Umberto, piazza Salotto, largo Mediterraneo, via N. Fabrizi, la Riviera e le strade limitrofe oltre ad una serie di eventi turistico-culturali di alto livello e di grande richiamo  rendendo il centro della nostra città uno straordinario elemento di bellezza e attrazione" ha detto il consiglierie d'opposizione del PD.

A queste dichiarazioni, ha voluto replicare il sindaco Mascia assieme all'assessore Cardelli, parlando di visione limitata ed inesperta da parte del PD nel commentare e strumentalizzare la variazione delle tariffe dei parcheggi dell'area di risulta e le politiche e strategie destinate al rilancio del centro commerciale naturale.

"I dati forniti dal centro sinistra in merito alla crisi economica ed occupazionale che hanno interessato la città di Pescara nel periodo fra il 2008 e 2009 sono sconcertanti ed allarmanti, dati riguardanti proprio il periodo in cui il PD e la sua coalizione erano al governo. Dati che dimostrano l'inadeguatezza della politica da loro condotta, che ha portato alla chiusura di decine di attività commerciali, una fra tutte la catena Blockbuster" ha dichiarato il sindaco Mascia, che interviene anche sulla questione degli investimenti pari a 10 milioni di euro, fatti dalla vecchia amministrazione per valorizzare il centro città, citando il caso del Calice di Toyo Ito, la pedana nera di Piazza Salotto e la rimozione delle magnolie e delle sedute nei pressi delle palme, elementi che avrebbero danneggiato e penalizzato l'immagine della città.

L'assessore Cardelli, infine, torna sulla questione del centro commerciale naturale: "il distratto ex assessore al Commercio Di Pietrantonio si ricorda di chiedere solo oggi la creazione di un Tavolo di concertazione con le associazioni di categoria per la nascita del Centro commerciale naturale: poteva farlo nei sei anni di governo del Pd." ed ha ricordato come l'attuale amministrazione abbia già previsto lo stanziamento di circa 50 mila euro per l'istituzione del soggetto giuridico Centro Commerciale Naturale, per valorizzare lo shopping nel quadrilatero centrale cittadino.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento