rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Politica Riviera Nord

Palazzo Michelangelo sulla riviera nord, PD: "Dopo il danno la beffa da 120 mila euro"

I consiglieri Del Vecchio e D'Angelo del PD intervengono in merito alla questione del risarcimento che il Comune di Pescara dovrebbe erogare nei confronti di alcuni cittadini per lo scheletro del palazzo Michelangelo mai abbattuto

Dopo il danno d'immagine mai risolto, ora la beffa da 120 mila euro.

I consiglieri comunali PD D'Angelo e Del Vecchio intervengono in merito alla questione dello scheletro del palazzo dell'Immobiliare Michelangelo mai terminato e mai abbattutto, con il riconoscimento di 120 mila euro da parte dell'ente comunale nei confronti di alcuni cittadini per il danno d'immagine arrecato. A pagare sarà il Comune e non la società immobiliare, che tempo fa presentò un ricorso contro la demolizione accolto dal Consiglio di Stato.

"Un tempo troppo lungo, quello tra il dispositivo cautelare e la discussione di merito – peraltro ancora da fissare -, che gli stessi giudici del Consiglio di Stato hanno puntualizzato nell’ordinanza n. 4954 del dicembre 2013 quando hanno respinto il ricorso del Comune di Pescara contro la richiesta di risarcimento.
Quel richiamo dei giudici: “… alla luce dell’inerzia del Comune che - dopo la sospensione - non ha adottato alcuna iniziativa e nulla appare avere fatto per sollecitare la decisione dell’appello nel merito” è suonata come una dura reprimenda all’azione dell’amministrazione comunale che i consiglieri comunali della Commissione Finanze hanno interpretato anche come una diretta chiamata di responsabilità di cui è necessario chiarirne la portata per evitare indirette chiamate in causa da arte della Corte dei Conti.
" proseguono i consiglieri.

"Qualche tempo addietro l’assessore Antonelli nel rispondere alle critiche della opposizione sulla mancata reiterazione del provvedimento di demolizione aveva avanzato la contrarietà del dirigente competente.
Ai più non è stato mai chiaro a quale dirigente l’assessore facesse riferimento visto il tourbillon di professionisti che si sono succeduti nell’incarico (Pasqualini, D’Aurelio, Pepe e da quest’anno Silveri) tanto da poter ipotizzare, con qualche certezza in più, che ad essere inadatti non sono stati i tecnici ma la guida politica che li ha individuati.
E mentre il Sindaco Mascia e l’Assessore Antonelli giocano al risico sull’assetto edilizio del Comune i cittadini pescaresi pagano i primi 120.000 euro di danni all’immagine destinati a ripetersi negli anni futuri e fino alla rimozione di quella bruttura che devasta l’immagine della riviera nord.
" concludono Del Vecchio e D'Angelo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Michelangelo sulla riviera nord, PD: "Dopo il danno la beffa da 120 mila euro"

IlPescara è in caricamento