Pagnanelli (Pd) su fontana e manufatto demoliti: "Sindaco Masci ancora una volta ostaggio della Lega"

A dirlo è il consigliere comunale Francesco Pagnanelli del Pd in merito alla demolizione a martellate da parte del primo cittadino della fontana di via Silvio Pellico e del manufatto di piazza Martiri Pennesi

Francesco Pagnanelli

«Il sindaco Carlo Masci ancora una volta è ostaggio della Lega».
A dirlo è il consigliere comunale Francesco Pagnanelli del Pd in merito alla demolizione a martellate da parte del primo cittadino della fontana di via Silvio Pellico e del manufatto di piazza Martiri Pennesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo quanto dice l'esponente democratico: «Ancora una volta con il suo gesto violento e sciagurato di rompere a martellate una fontanina comunale, il sindaco Masci si dimostra ostaggio della Lega. È evidente infatti che la sua nota moderazione e i suoi consueti modi di agire consoni al vivere civile sono stati messi in discussione dalla maggioranza leghista che lo ha costretto ad agire in linea con le modalità di azione di diversi sindaci leghisti del nord. Un sindaco che ama la propria città non può scivolare in gesti che possono creare emulazione da parte della cittadinanza con la motivazione della lotta al degrado. Un sindaco deve dare l’esempio di come funziona la pubblica amministrazione evitando gesti scellerati e non degni di una società che si dica civile. A prescindere dall’esistenza o meno di una delibera o determina autorizzativa della rimozione della fontana, che mi appresto a verificare e la cui assenza comporterebbe la totale illegittimità del gesto sotto ogni profilo giuridico, l’azione violenta deve essere fermamente condannata ed il sindaco deve chiedere scusa alla città per il cattivo esempio dato sopratutto alle giovani generazioni, che devono essere educate al rispetto dei beni pubblici, qualsiasi essi siano. Il sindaco si liberi dalla Lega e torni ad essere il moderato di sempre!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo l'asse attrezzato, auto si ribalta e prende fuoco: tamponamento tra altre 4, ferite 6 persone [FOTO]

  • Gechi in casa: cosa fare e perché segnalarli al Wwf Abruzzo

  • Bambina di 6 anni con il nervo ottico infiammato ha bisogno urgente di una risonanza, ma manca il saturimetro amagnetico

  • Buoni fruttiferi postali prescritti, donna di Pescara recupera 8 mila euro: la decisione dell'arbitro bancario finanziario

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Pochi minuti e il cielo diventa scuro sopra Pescara, e viene giù il temporale [FOTO-VIDEO]

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento