rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Politica

Il Comune sulla discarica abusiva sequestrata: "C'era già l'ordinanza per la bonifica"

Dall'amministrazione comunale intervengono riguardo alla discarica abusiva posta sotto sequestro nel vecchio svincolo della circonvallazione dai carabinieri forestali

C'era già l'ordinanza per la bonifica della discarica abusiva nel vecchio svincolo della circonvallazione di Pescara sud tra via Luciani e l'ingresso del cimitero di San Silvestro.
A farlo sapere è il consigliere comunale Cristian Orta di Fratelli d'Italia che replica al consigliere regionale del Pd, Antonio Blasioli, che aveva segnalato ai carabinieri forestali la discarica.

In realtà già lo scurso luglio una residente aveva segnalato al nostro giornale la discarica (https://www.ilpescara.it/attualita/discarica-san-silvestro-spiaggia-denuncia-residente.html). 

«Abbiamo appreso con soddisfazione del sequestro, da parte dei carabinieri forestali, della maxi discarica situata nei pressi del vecchio svincolo della circonvallazione, precisamente tra via Luciani e il cimitero di San Silvestro, da me segnalata lo scorso 10 agosto su sollecitazione di alcuni residenti», scrive Blasioli, «sessanta metri cubi di rifiuti di ogni genere: laterizi, mobili ed elettrodomestici abbandonati, materassi, serbatoi per trasporto di liquidi pericolosi e guaine bituminose, nel corso del mio sopralluogo era distinguibile anche un accampamento di senza fissa dimora, oltre alla presenza di numerose sterpaglie che possono costituire fonte di innesco per incendi. Evidentemente le fiamme che poco più di un anno fa hanno devastato la Riserva Dannunziana, molto vicina all’area posta sotto sequestro, non hanno insegnato nulla. Perché dalla mia denuncia, e malgrado le mie sollecitazioni, né l’Anas (l’ente competente del terreno in questione) né il Comune sono intervenuti per bonificare la zona e installare un cancello di accesso, sottovalutando i rischi di nuove devastazioni e favorendo ulteriormente il fenomeno degli abbandoni. Ringraziamo dunque i militari del nucleo investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale di Pescara per il sequestro, sono convinto che ora finalmente si procederà alla pulizia e alla messa in sicurezza dell’area. Resta la constatazione che senza l’azione tempestiva dei forestali nessuno si sarebbe mosso, sebbene il Comune, nella persona del sindaco Masci, e l’Anas fossero stati debitamente informati da me in una nota sempre del 10 agosto».

Così replica Orta: «Il consigliere regionale del Pd Blasioli è ormai un campione dello spoileraggio, in questo caso con l’aggravante dell’interesse elettorale. Io credo che ci troviamo di fronte a un episodio eclatante di anti-politica, che i cittadini e le persone per bene non meriterebbero. Al consigliere Blasioli, buon ultimo come al solito sul traguardo della lealtà politica, è evidentemente sfuggito come il sindaco Masci avesse già provveduto a emettere un’ordinanza di bonifica di quel terreno e come di questo provvedimento sia informata anche la Procura. Attribuire responsabilità all’amministrazione comunale oltre che scorretto è perdipiù falso. Evidentemente Blasioli non sa nemmeno che quell’area è di competenza dell’Anas e non del Comune; a questo aggiungo che già l’8 settembre scorso, informati di questa situazione ambientale, avevamo eseguito con il responsabile della partecipata Ambiente, Enzo Traficante, un sopralluogo sull’area e giunti sul posto trovammo proprio i carabinieri forestali che  in quella circostanza ci avevano annunciato la necessità di dover procedere al sequestro del sito. Ancor prima di quel giorno da parte nostra avevamo tra l’altro già proceduto a tutte le comunicazioni del caso tramite la nostra polizia municipale».
Orta poi così conclude: «Blasioli verifichi bene prima di parlare le notizie che i suoi cortigiani gli rivelano. Per fortuna la gente di quella zona sa giudicare e certamente apprezzerà l’intervento risolutivo e di bonifica di quel fondo che pure non spetterebbe al Comune di Pescara».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune sulla discarica abusiva sequestrata: "C'era già l'ordinanza per la bonifica"

IlPescara è in caricamento