L'opposizione comunale di Bolognano propone il dimezzamento delle indennità della giunta e la rinuncia al gettone per tutti i consiglieri

Il gruppo consiliare "Progetto Comune" di Bolognano sollecita il sindaco e la giunta ad approvare la delibera che destinerà i compensi degli amministratori comunali ad un fondo di solidarietà per l'emergenza Covid19

Il gruppo consiliare d'opposizione di Bolognano "Progetto Comune" propone all'amministrazione comunale di dimezzare le indennità mensili della giunta e la rinuncia ai gettoni di presenza dalla data di nomina, nel giugno 2019 e per tutto il 2020. Il capogruppo Di Marco infatti auspica che la cifra possa essere destinata alle famiglie di Bolognano in difficoltà a causa dell'emergenza Coronavirus, aprendo appositi conti correnti bancari o postali come previsto dalla legge considerando le settimane e mesi difficili per tutti e soprattutto per le fasce più deboli della popolazione.

Per far fronte a un’emergenza straordinaria, come quella che stiamo vivendo, non ci sono alibi: si agisce con prontezza e lucidità e si fa di tutto per reperire ulteriori risorse a carico del bilancio comunale, perché la tutela della salute dei cittadini deve essere la priorità assoluta dell'amministrazione comunale e in extrema ratio si tagliano tutta una serie di spese nel bilancio del Comune che sono, in questo momento, oggettivamente superflue, come ad esempio indennità e gettoni che lo scorso luglio si sono aumentati pur consapevoli, stando a quanto afferma proprio il Sindaco, delle gravi difficoltà finanziarie del Comune

Di Marco prosegue ricordando che per i criteri di assegnazione per i buoni spesa stanziati dal Governo, il sindaco può fare riferimento all'ufficio dei servizi sociali individuando la platea dei beneficiari, dando priorità a coloro che non sono già assegnatari di sostegno pubblico, conoscendo bene il tessuto sociale del proprio comune. Secondo il capogruppo, l'amministrazione di Bolognano è già in ritardo operativo come nel caso delle sanificazioni e disinfezioni di strade, piazze e marciapiedi non ancora eseguite. Quindi, conclude Di Marco, occorre che l'amministrazione comunale dia il buon esempio tagliando i costi della politica in questo momento difficile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento