Politica

Nuovo regolamento per i B&b abruzzesi: il Tar dà ragione alla Regione Abruzzo

Il tribunale amministrativo ha respinto il ricorso dell'associazione Abruzzobnb riguardante i nuovi regolamenti che ora entreranno a tutti gli effetti in vigore

Il Tar ha respinto e dichiarato inammissibile il ricorso presentato dall'associazione Abruzzobnb sui nuovi regolamenti per le strutture ricettive introdotti dalla giunta Marsilio ed in particolare dall'assessore Febbo. Lo stesso assessore ha annunciato l'esito del ricorso presentato dall'associazione aggiungendo che ora il regolamento entrerà effettivamente in vigore semplificando la normativa per coloro che svolgono questa attività e stabiliendo regole chiare per quanto riguarda la somministrazione della prima colazione.

B&b, IL M5S ATTACCA FEBBO

Febbo ha sottolineato che il provvedimento, fra l'altro, è stato condiviso dalla maggior parte dei titolari e dalle organizzazioni come emerso durante le due assemblee pubbliche tenute per l'argomento in questione.

Nello specifico ricordo  il via libera definitivo anche alle agevolazioni in favore dei B&b che offrono ai loro ospiti la colazione in esercizi esterni attraverso un voucher, quindi rispondendo ad esigenze dei titolari anche di località delle zone interne.  In tal caso, i B&b sono esentati dagli obblighi di presentazione della Nias (Notifica Inizio Attività Settore Alimentare) e dal conseguimento dell'attestato di formazione in merito alle corrette prassi di sicurezza alimentare, ma sono tenuti ad effettuare la semplicissima comunicazione al Suapdel Comune utilizzando la modulistica allegata alla DGR approvata allo scopo di consentire ai Comuni  di attivare i necessari controlli  ai sensi dell'art. 7 della legge regionale 78/2000.

Fornite anche alcune precisazioni, conclude l'assessore, riguardanti l'attestato di formazione richiesto, che si ottiene con un corso di sole 4 ore e che non è necessario per chi possiede titoli di studio specifici. Ricordiamo che l'associazione che aveva presentato il ricorso denunciava scarsa trasparenza e norme che avrebbero invece potuto penalizzare fortemente le strutture ricettive abruzzesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo regolamento per i B&b abruzzesi: il Tar dà ragione alla Regione Abruzzo

IlPescara è in caricamento