rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Nuove aule e asili nido, il Pd: "Centrodestra faccia chiarezza"

Dura accusa dai consiglieri comunali Catalano, Giampietro, Pagnanelli, Presutti e Di Iacovo, nonché dai consiglieri provinciali Vespa e Chiacchia

Nuove aule e asili nido, il Pd attacca il centrodestra pescarese e lo invita a fare chiarezza. Dura accusa dai consiglieri comunali Catalano, Giampietro, Pagnanelli, Presutti e Di Iacovo, nonché dai consiglieri provinciali Vespa e Chiacchia. 

Si chiede di aprire il confronto sugli edifici scolastici in disuso e di spiegare perché non riapre il Nido Cipì di via Carlo Alberto dalla Chiesa, che potrebbe rappresentare "una validissima alternativa per nuove aule delle scuole dell'infanzia e primaria":

“Ci si intestardisce su soluzioni improbabili come la realizzazione di aule senza soffitto per i bambini delle elementari di Borgomarino, e si fa finta di non sapere nulla dell’imminente rischio di un'esplosione della didattica a distanza nelle scuole superiori per carenza di spazi: il ministero ha annunciato risorse anche per l’affitto di strutture aggiuntive per garantire aule sicure e distanziate, e Pescara dispone anche di scuole religiose in disuso”.

E ancora: “Abbiamo indicato un elenco puntuale di locali comunali inutilizzati o sottoutilizzati, abbiamo chiesto da settimane anche di aprire un dialogo con gli enti religiosi proprietari degli edifici che fino a pochi mesi fa hanno ospitato scuole cattoliche. Le giunte di Comune e Provincia hanno risposto invece che è tutto sotto controllo, e continuano a voler percorrere una scelta autarchica che i pescaresi pagheranno cara, come si sta dimostrando a Borgomarino dove i genitori hanno dovuto addirittura chiamare la Asl per verificare i lavori nella ormai ex palestra”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove aule e asili nido, il Pd: "Centrodestra faccia chiarezza"

IlPescara è in caricamento