Politica

Nuova Pescara, il presidente Sospiri partecipa alla riunione della commissione comunale

Il presidente del consiglio regionale è intervenuto durante la seduta della commissione statuto comunale presieduta dal presidente Croce. "Pescara ha una grande responsabilità sulle spalle"

Il presidente del consiglio regionale Sospiri è intervenuto oggi durante la seduta della commissione comunale statuto, presieduta dal presidente Croce, in merito alla realizzazione della Nuova Pescara, il progetto che prevede la fusione di Pescara, Montesilvano e Spoltore.

La commissione sta lavorando per recuperare il tempo perduto per arrivare a realizzare la fusione entro il gennaio 2022, scadenza al termine della quale tutta la procedura dovrà essere portata a termine. Sospiri ha evidenziato che è necessario creare la prima bozza di statuto da inviare alla Regione e la formazione della commissione intercomunale, utilizzando anche i 300 mila euro di fondi a disposizione per avvalersi dei consulenti che stuideranno il fascicolo dal punto di vista amministrativo e giuridico.

Sospiri ha ripercorso poi le varie tappe fra cui il referendum popolare in cui i cittadini votarono per la fusione dei tre comuni:

Ora, se effettivamente l’iter fosse cominciato all’indomani delle elezioni, saremmo stati pronti per il primo gennaio 2022, ma consideriamo che siamo partiti nel 2019, a ridosso delle elezioni, i tempi sono stretti. Le legge prevede che debba essere inviata alla Regione una relazione sulla fusione: ricordo che il Presidente Lolli ha indetto la prima Assemblea Costituente, ma da quel momento non mi sembra siano stati rispettati gli altri step, primo dei quali la costituzione delle Commissioni intercomunali tematiche, tra cui la più importante, la Commissione Statuto. Consapevoli dei ritardi, abbiamo dovuto prevedere una possibilità di slittamento della scadenza al primo gennaio 2024.

Sospiri ha ricordato che in caso di slittamento il comune di Spoltore sarà affidato per due anni ad un commissario prefettizio, rimanendo senza sindaco.

Quello che oggi la Regione chiede al Comune di Pescara, è di fare proprio il ruolo di capofila a fronte delle esitazioni delle altre due città, e di procedere con la nuova Assemblea Costituente e con la nomina della commissione statuto. A Pescara chiediamo di non metterci nell’imbarazzo ai danni della città di Spoltore: facciamo celermente tutto ciò che c’è da fare sino al 2022

Croce ha annunciato che alla prossima seduta saranno convocati i sindaci di Montesilvano e Spoltore per aprire un tavolo di lavoro congiunto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Pescara, il presidente Sospiri partecipa alla riunione della commissione comunale

IlPescara è in caricamento