rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica

Nuova Pescara, i Giovani democratici chiedono la costituzione della consulta giovanile "Per dare impulso alla fusione"

Anche se la Regione dovesse decidere il rinvio al 2027 per Claudio Mastrangelo e Alessandro Capodicasa resta il fatto che la fusione si dovrà fare visto che una legge c'è: "Nessun colore politico, solo la utile partecipazione dei giovani al processo"

Ai Giovani democratici (Gd) non interessa se la Nuova Pescara nascerà nel 2024 o nel 2027 anno in cui potrebbe slittare la fusione se la Regione dovesse così decidere dato che queste sembrerebbero le intenzioni. Quello che è certo, sottolineano il segretario Claudio Mastrangelo e il segretario dell'area metropolitana Alessandro Capodicasa, è il fatto che la fusione ci dovrà essere perché lo stabilisce una legge regionale.

“Per dare impulso a tale processo, chiederemo che, ancora prima del nuovo omune, venga istituita la consulta giovanile di Nuova Pescara, un organo che funga da raccordo tra le nuove generazioni, le tre amministrazioni comunali e gli organi collegiali di transizione”, affermano i due.

“Si tratta di uno strumento di cittadinanza attiva e di successo, sempre più diffuso a livello nazionale e a nostro avviso cruciale per favorire la partecipazione dei giovani e coinvolgerli nella definizione delle scelte politiche della nuova città, a partire da temi quali il diritto allo studio e l’agenda culturale di Nuova Pescara. Siamo convinti – concludono Mastrangelo e Capodicasa - che tale proposta, non portando con sé alcun colore politico ed essendo volta unicamente a dar voce e rappresentanza alle giovani e ai giovani, possa incontrare il favore di tutti gli schieramenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Pescara, i Giovani democratici chiedono la costituzione della consulta giovanile "Per dare impulso alla fusione"

IlPescara è in caricamento