Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Nuova Pescara, il presidente Croce incontra Marco Camplone

Il presidente dell'associazione ‘La Nuova Pescara’ Marco Camplone è intervenuto durante la seduta della commissione statuto, regolamenti e nuova Pescara presieduta dal presidente Croce

La Nuova Pescara come una nova grande città di oltre 170 mila abitanti, con tagli significativi in termini di costi amministrativi considerando che Pescara, Montesilvano e Spoltore hanno più consiglieri ed assessori di Milano, con tre comandi separati di polizia municipale. Marco Camplone, presidente dell'associazione ‘La Nuova Pescara’ è intervenuto oggi nella seduta della Commissione Statuto, Regolamenti e Nuova Pescara su invito del Presidente Claudio Croce

Croce ha fornito un cronoprogramma delle tappe burocratiche per giungere alla costituzione della Nuova Pescara, sottolineando come entro fine settembre si terrà la seconda seduta dell'assemblea costituente convocata dal presidente del consiglio Antonelli, seguita dalla costituzione della commissione statuto composta da tutti i capigruppo dei tre comuni che entro un anno dovrà redigere la prima bozza dello statuto:

Nel frattempo in Commissione sentiremo tutti gli attori che dovranno accompagnare il processo di fusione, a partire dal Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri, e i sindaci dei tre Comuni.

Camplone ha evidenziato:

Osserviamo che, se effettivamente Pescara si sta strutturando per la fusione, non possiamo dire altrettanto per Spoltore e
Montesilvano e la cosa ci preoccupa perché la norma stessa prevede che a fronte di reiterati ritardi ci sia l’intervento di un Commissario ad acta per dare attuazione alla legge e noi riteniamo che tale ipotesi, oltre che una sconfitta per la politica, sia comunque da scongiurare perché non possiamo conoscere la sensibilità o anche la capacità di chi verrà investito di tale carica.

Dunque quello che il mondo produttivo chiede è di rispettare i tempi procedurali previsti dalla norma, di fare un progetto di una città grande, forte dei suoi 170mila abitanti, che ci permetterà di attuare anche una programmazione manageriale del territorio visto nel suo complesso.

Ci sarà una riorganizzazione completa dei servizi e delle infrastrutture, con attualmente 5 o 6 stazioni ferroviarie fra Pescara e Montesilvano il cui sistema sarò sicuramente valutato con la Nuova Pescara, mentre Croce ha aggiunto che nonostante i ritardi bisognerà giungere alla costituzione della nuova realtà entro il gennaio 2022:

Solo al termine di tale iter, se ci si renderà conto che non è possibile istituire la Nuova Pescara per quella data, sarà possibile chiedere di posticipare la costituzione della nuova città al primo gennaio 2024. E’ quindi chiaro che
eviteremo in ogni modo l’arrivo di un Commissario

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Pescara, il presidente Croce incontra Marco Camplone

IlPescara è in caricamento