rotate-mobile
Politica

Nomine Aca, l'attacco di Pettinari: "Torna il partito dell'acqua"

Il consigliere regionale Pettinari interviene sulla questione della nomina dell'amministratore unico dell'Aca, attaccando duramente i partiti di destra e sinistra per la "guerra di poltrone"

Duro attacco del M5S, con il consigliere regionale Pettinari, ai partiti di destra e sinistra in merito alla questione della nomina dell'amministratore unico dell'Aca.

Secondo Pettinari, si ripropone vergognosamente il "partito dell'acqua" con accordi, ricatti e trattative bipartisan fra i partiti per ottenere posti ed incarichi di potere nell'azienda di gestione idrica del pescarese.

"La storia non insegna nulla a questa Regione e la politica sulla nomina delle poltrone non fa un passo avanti. Gli attori politici abruzzesi, con la sola esclusione del M5S” sottolinea Pettinari “ stanno perpetuando un teatrino squalificante sulla nomina dell’Amministratore Unico ACA. Favori, ricattucci, promesse, un confabulare tra le stanze della politica mentre gli abruzzesi sanno che la soluzione è solo una:   puntare  alla ricerca del migliore e non un favore da fare all’interno del proprio partito” ha dichiarato Pettinari, aggiungendo che il commissario Aca va scelto in base alle competenze e professionalità e non in base a criteri di potere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomine Aca, l'attacco di Pettinari: "Torna il partito dell'acqua"

IlPescara è in caricamento