menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nomina G.Bruno Guerri, Sinistra e Libertà: "Una vergogna"

Sinistra e Libertà di Pescara insorge contro la nomina da parte del Comune di Giordano Bruno Guerri per un compenso di 90.000 mila euro. "Giunta malata di provincialismo"

Sinistra e Libertà di Pescara insorge contro la nomina da parte del Comune di Giordano Bruno Guerri come consulente d'immagine per le attività culturali cittadine, per un compenso di 90.000 mila euro.

SeL, con il coordinatore provinciale Di Lodovico, definisce vergognosa la nomina, sottolineando come ci sia stato un taglio feroce per quanto riguarda le attività culturali a Pescara.

"L’esito disastroso della prima (e speravamo ultima ) edizione del festival dannunziano (definito internazionale perché la sua eco è giunta persino a Montesilvano) avrebbe dovuto indurre i nostri amministratori ad una seria riflessione sul rapporto costi /benefici in merito ai tanti soldi spesi, ma tant’è. Non resta che prendere atto che perseverare è diabolico." dichiara Di Lodovico, che ricorda alcune questioni ancora aperte riguardanti la cultura in città, come la revoca dellla delibera da parte della Giunta per l'assegnazione di immobili in affitto alle società culturali, o la cancellazione dell'evento "T come Teatro" dedicato ai bambini, che si è svolto ininterrottamente dal 1992.

"I contributi a sostegno della cultura e delle associazioni sono stati azzerati" continua Di Lodovico, che parla di risorse economiche che potevano essere spese in modo più oculato piuttosto che "finire nelle tasche di un personaggio non certo di primo piano".

Per questo, Sinistra e Libertà chiede alle forze politiche ed intellettuali di reagire a questo ennesimo caso di "mortificazione" della dignità di Pescara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento