menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Museo Cascella, Rapposelli attacca Alessandrini: "Tele abbandonate e mancanza di personale"

Il consigliere comunale di Forza Italia Rapposelli interviene in merito alla situazione del Museo Cascella di Pescara, dopo l'annuncio della giunta Alessandrini di voler potenziare l'illuminazione esterna

Tele di pregio abbandonate, struttura quasi sempre chiusa durante la settimana per carenza di personale, nessuna iniziativa di promozione del museo.

La denuncia riguadante il Museo Cascella arriva dal consigliere di Forza Italia Rapposelli, a pochi giorni di distanza dall'annuncio dell'amministrazione comunale di voler investire 8 mila euro per il potenziamento dell'illuminazione esterna del museo.

Il consigliere denuncia la presenza di una decina di tele, di grosso valore, abbandonate nello scantinato e non esposte e valorizzate per una presuna mancanza di fondi.

"Quello che ci sconcerta è l’aver dirottato 8mila euro per un’opera ordinaria, mentre il Museo Cascella sta vivendo un periodo buio di abbandono: dentro magazzini e scantinati ci sono almeno 10 tele della grande famiglia di artisti che stanno degradando, ignorate dalle Istituzioni, che sono al corrente di tale situazione. Dopo 21 mesi di amministrazione nè il sindaco Alessandrini né l’assessore al patrimonio culturale Marchegiani, né tantomeno il secondo assessore alla Cultura, Di Iacovo, si sono degnati di andare nella struttura per accertarsi della situazione in cui versano quelle opere d’arte che rischiano la rovina, opere che, senza dubbio, dovrebbero avere la priorità nella gestione e cura di un Museo. " ha dichiarato Rapposelli, aggiungendo che è stata anche revocata la convenzione con l'associazione ‘Amici del Museo’ che durante l'amministrazione Mascia ha organizzato eventi all'interno della struttura rilanciando l'immagine stessa del Museo.

Rapposelli poi attacca la scelta di Alessandrini di aver affidato il progetto per la nuova illuminazione artistica a 15 studenti dell'Accademia delle Belle Arti de L'Aquila, ignorando gli studenti del Bellisario Misticoni di Pescara.

"Ma evidentemente il sindaco Alessandrini non ha la benché minima idea di quali istituzioni scolastiche esistano nella nostra città, o più semplicemente non le ritiene all’altezza dei suoi importanti obiettivi” ha concluso il consigliere d'opposizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento