Politica Centro / Via Piave, 1

Museo Cascella, l'assessore Marchegiani replica alle accuse di Forza Italia

L'assessore Paola Marchegiani replica alle accuse mosse dal consigliere di Forza Italia Rapposelli in merito alla questione della gestione del museo Cascella. "Nessuna opera abbandonata, illuminazione pagata da me"

Ha voluto replicare alle accuse mosse dal consigliere di Forza Italia Rapposelli, in merito alla questione della gestione del museo Cascella, l'assessore Marchegiani intervendo con alcune precisazioni.

L'assessore ha fatto sapere che nessuna tela od opera dei Cascella risulta abbandonata ed in cattive condizioni negli scatinati della struttura, ma depositate in locali chiusi ed accessibili in attesa di restauro.

"Per quella più particolare, "Genio dei campi", ceramica realizzata a sei mani da Andrea, da Pietro Cascella e dalla sua prima moglie Annamaria Sforza, ho verificato positivamente la disponibilità del figlio, maestro Tommaso Cascella, ad effettuare il restauro. Un'altra opera sarà affidata al FAI, il Fondo per l'Ambiente Italiano. Ci stiamo muovendo." ha dichiarato l'assessore, aggiungendo che invece il progetto della nuova illuminazione artistica non sarà una spesa ordinaria, in quanto permetterà di avere non solo un sistema a basso consumo ma anche attrattivo per i passanti ed i turisti.

"Per questo ho coinvolto una scuola di alta formazione, l'Accademia delle Belle Arti dell'Aquila, che con gratuità offrirà le competenze di docenti in scenografia, scenotecnica e illuminotecnica, nonché la creatività dei giovani studenti, per dare al museo l'evidenza e la centralità che merita.
Il rapporto con l'Accademia si sta configurando come virtuoso e fecondo, tanto che potrà proseguire nella definizione di ipotesi di allestimento museografico. Sto anche costruendo un progetto che dovrebbe coinvolgere l'Accademia, con la Scuola di restauro, e il Liceo artistico Liceo Misticoni–Bellisario di Pescara."
ha aggiunto la Marchegiani, ricordando che gli 8 mila euro di spesa derivano dal taglio dei delle sue indennità di assessore grazie all'apposito fondo creato dalla Giunta.

"Ho chiesto di destinarli in parte all'illuminazione esterna del museo, in parte all'acquisto di materiali utili alla realizzazione di un percorso su Pietro Cascella curato dalla moglie Cordelia von den Steinen e, in altra minima parte, all'acquisto di un proiettore ad alta definizione per il museo Vittoria Colonna (a sostituzione del vecchio impianto, ormai guasto)" ha concluso la Marchegiani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Museo Cascella, l'assessore Marchegiani replica alle accuse di Forza Italia

IlPescara è in caricamento