Politica

Multe non pagate, Sospiri a giudizio per la vicenda Soget: “Accusa che non comprendo”

Accorato comunicato stampa del capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo: "Prendo atto della decisione assunta dal Gup del Tribunale di Pescara. Attenderò la prima udienza con serenità ma anche con amarezza"

Prendo atto della decisione assunta dal Gup del Tribunale di Pescara di disporre il mio rinvio a giudizio nell’inchiesta inerente la vicenda Soget sulle presunte multe non pagate, e invece da me tutte puntualmente saldate prima dell’inizio dell’inchiesta. Non ho però timore di dire che ritengo l’accusa a mio carico assolutamente immotivata: non sono io che mi sono attribuito una rateizzazione per il pagamento delle sanzioni, rateizzazione peraltro gravata da interessi e che, ancor più, non ho mai utilizzato, visto che ho deciso di saldare l’intero importo dovuto in un’unica soluzione, con more e interessi compresi, e molto prima che si parlasse dell’indagine. Attenderò, a questo punto, la prima udienza con grande serenità, ma anche con l’amarezza di dover ascoltare un’accusa che fatico a comprendere”.

È il commento del capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo, Lorenzo Sospiri, non appena raggiunto dalla notizia del rinvio a giudizio per la vicenda Soget. “Non entro nel merito delle indagini e delle decisioni dei giudici in riferimento a una vicenda sulla quale a questo punto pretendo venga fatta piena luce – ha osservato il Capogruppo Sospiri – Da due anni il mio nome è stato accostato alla vicenda inerente le multe non riscosse dalla Soget, uno dei pochi nomi, il mio, uscito fuori su 843 presunti debitori, peraltro dopo che io stesso ho comunque pagato per intero il debito non appena ne sono venuto a conoscenza, ovvero nel 2014, ben prima dell’apertura dell’inchiesta della Magistratura, come il Pubblico Ministero ha peraltro riconosciuto, lui stesso, nelle carte”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe non pagate, Sospiri a giudizio per la vicenda Soget: “Accusa che non comprendo”

IlPescara è in caricamento