menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mozione del PD di Pescara per illuminare con fasci di luce il Comune e San Cetteo

Il Gruppo consiliare del PD, con Blasioli, Balducci e Marchegiani, ha sottoscritto una mozione in cui si chiede all'amministrazione comunale di illuminare con fasci di luce il palazzo di città e San Cetteo

"Premesso che:

 *  La città di Pescara si caratterizza nei suoi principali punti di aggregazione istituzionali e religiosi che sono rintracciabili, per quel che riguarda il momento politico, con il palazzo di città, sede dell’Amministrazione comunale e la sua torre civica e per quel che riguarda il momento religioso con la Cattedrale di San Cetteo: 'Tempio Nazionale della Conciliazione';


 * che, nella piazza monumentale che serra le due vecchie città sorge, l’edificio comunale su cui svetta la sua torre campanaria, dove sono dislocati gli organi istituzionali e la maggior parte degli uffici amministrativi, si caratterizza per essere esempio importante dell’architettura del primo novecento, progettata dall’Arch. Vincenzo Pilotti;


 * che la Cattedrale di San Cetteo è un edificio che rappresenta il punto di massima rilevanza per la Chiesa Cattolica nella nostra città, oltre a rappresentare un monumento di sicuro rilievo storico. Si ricorda sinteticamente, che i lavori sono iniziati nel 1933 e sono terminati nel 1938 su progetto dell'architetto C. Bassani e sorge sul sito di una precedente chiesa dedicata a San Cetteo patrono di Pescara. L'imponente cattedrale, denominata 'Tempio Nazionale della Conciliazione'; nel suo impianto architettonico e nel rivestimento in pietra locale, richiama forme di antiche chiese romaniche abruzzesi. Al suo interno, nella cappella sinistra del transetto, sorge il monumento sepolcrale di Luisa d'Annunzio, madre del poeta. A lato della cappella è custodito un dipinto raffigurante l'estasi di San Francesco, attribuito al Guercino, donato sempre da Gabriele d'Annunzio


 * che questi punti di riferimento della città ed in particolare le rispettive torri, perdono, nelle ore serali la loro capacità di essere segni distintivi ed identitari della nostra città, anche per la realizzazione di nuovi palazzi e torri, molto meglio illuminate, di quanto già non lo sia ad esempio la torre campanaria del comune;

Tutto ciò premesso

 SI IMPEGNA

 il Sindaco e la Giunta:

Ad attivarsi affinché:

Siano illuminate con fasci di luce, come avviene per i monumenti di molte altre città nelle ore serali, sia la torre del Palazzo di città, sia la facciata e la torre campanaria della Cattedrale 'Tempio Nazionale della Conciliazione', meglio conosciuta come Cattedrale di San Cetteo, al fine di meglio evidenziare e testimoniare la loro rilevanza simbolica e la loro maestosità.

 I Consiglieri comunali

Blasioli, Balducci e Marchegiani"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento