menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mozione del M5S sulle comunità energetiche, consentirebbe risparmi sulle bollette

I pentastellati si aspettano l'approvazione unanime della mozione al prossimo consiglio comunale

La mozione sulle comunità energetiche è stata protocollata in Comune a Pescara dal Movimento 5 Stelle.
Un provvedimento, come fanno sapere dai pentastellati, che permetterà ai cittadini che aderiranno all'iniziativa di ottenere consistenti risparmi sulle proprie bollette energetiche.

"Con l'istituzione delle comunità energetiche si apre la possibilità", scrive il M5S, "sino a pochi mesi fa irrazionalmente vietata dalle leggi sino ad allora vigenti, per famiglie (in condomini o in singole unità abitative), enti pubblici e imprese di autoconsumare localmente e “collettivamente” l’energia prodotta da impianti di energia rinnovabile, ottenendo in questo modo considerevoli risparmi".

“La creazione delle comunità energetiche è il frutto di un lavoro partito 3 anni fa a Bruxelles con l'approvazione di alcuni emendamenti alla direttiva europea Red II presentati dal nostro europarlamentare Dario Tamburrano e completato con un emendamento inserito nel decreto Milleproroghe 2020 dal nostro senatore Gianni Girotto che ha reso possibile anticipare il recepimento, in forma sperimentale, della direttiva europea in questione", dichiara il consigliere M5S Massimo Di Renzo, "sono 14 mesi che cerchiamo di sensibilizzare tutti attraverso post, comunicati stampa, organizziamo e partecipiamo a decine di webinar ed altri eventi sul tema, presentiamo mozioni nei comuni".

Nella mozione presentata si chiede sia di mettere a disposizione delle comunità energetiche alcuni spazi comunali, sia di creare sportelli informativi che consentano ai cittadini di avere le informazioni necessarie a promuovere la creazione di comunità energetiche e sistemi di autoconsumo collettivo. “In questa maniera si generano benefici diretti che portano alla riduzione dei costi nella bolletta dei cittadini coinvolti. Abbiamo anche chiesto, rispettando completamente lo spirito della legge, che i vantaggi siano rivolti soprattutto ai cittadini con maggiore disagio economico che ricadono o rischiano di ricadere nella condizione di povertà energetica”, aggiunge Di Renzo, "già in passato, sia sul bilancio che in altre occasioni, abbiamo cercato di introdurre questo tema nel dibattito politico cittadino ma la maggioranza ha sempre respinto le nostre richieste, auspichiamo che nel prossimo consiglio comunale, viste le posizioni espresse a livello nazionale, anche la Lega pescarese comprenda l'importanza del tema e appoggi una proposta utile a dare un indubbio vantaggio ai cittadini della nostra città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Attenzione al razzo cinese: l'ironia corre sul web [FOTO]

Attualità

Prenotazioni vaccini per la fascia 50-59 anni al via, ecco come fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento