Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Melilla piange Adelchi De Collibus: "Era colto e gentile"

L'ex presidente del consiglio comunale Francesco Pagnanelli, invece, definisce De Collibus "un uomo di immensa cultura"

Anche Gianni Melilla, ex consigliere comunale, piange la scomparsa di Adelchi De Collibus, sindacalista e assessore alla cultura nella prima giunta D'Alfonso, che se n'è andato a 77 anni dopo una lunga malattia: "Lo conobbi negli anni '70, quando era un giovane dirigente dell’Arci di Pescara, apprezzandone subito le qualità personali e culturali - scrive Melilla - Era allora anche un appassionato militante del Pci, colto e gentile. Per tanti anni abbiamo condiviso un’intensa attività sindacale alla Cgil abruzzese. Fummo insieme anche al Comune di Pescara negli anni in cui fu un valido e capace assessore alla cultura. Sono vicino al dolore della sua famiglia e delle tante compagne e compagni di Pescara che lo hanno stimato e gli hanno voluto bene".

L'ex presidente del consiglio comunale Francesco Pagnanelli, invece, definisce De Collibus "un uomo di immensa cultura, un vero uomo di sinistra dai forti ideali di uguaglianza e giustizia sociale. Per me un amico, sempre pronto a consigliarmi nell’agire politico. La sinistra pescarese perde un suo punto di riferimento. Ci mancherai, compagno Adelchi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melilla piange Adelchi De Collibus: "Era colto e gentile"

IlPescara è in caricamento