menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano: il Comune "cerca casa", al via il bando

L'amministrazione di Montesilvano ha fatto sapere che intende prendere in affitto un alloggio di proprietà di privati cittadini. La durata del contratto di locazione è di 4 anni. Le domande potranno essere inoltrate entro 10 giorni

Il Comune di Montesilvano intende prendere in affitto un'abitazione di proprietà di privati cittadini. Lo ha fatto sapere l'Ufficio Politiche della Casa che, tramite avviso pubblico, ha chiesto alla cittadinanza che chiunque  abbia la disponibilità legale di un alloggio e intenda affittarlo al Comune, ai sensi delle vigenti norme in materia di locazione abitativa, può rivolgere apposita  istanza all’Ente.

Le offerte potranno essere presentate dai proprietari di immobili (persone fisiche e/o società), con le seguenti caratteristiche: l’ubicazione sul territorio del Comune di Montesilvano; il regolamentare accatastamento e immediatamente abitabili; la dotazione di impianti muniti di certificazione di conformità ai sensi della vigente normativa, nonché avere regolare certificazione energetica.

 La durata del contratto è di 4 anni. Il Comune di Montesilvano corrisponderà al proprietario il canone di locazione, le spese condominiali e le spese di propria competenza connesse alla registrazione del contratto.

La tipologia richiesta per ogni singolo alloggio è composta da due o tre vani, più cucina e servizi.

Gli interessati dovranno far pervenire entro dieci giorni la propria offerta di locazione inviando la richiesta al Comune di Montesilvano – Ufficio Politica della Casa c/o Palazzo Baldoni – Piazza Indro Montanelli, oppure presentando direttamente l'offerta  all’Ufficio Protocollo di questo Comune  durante gli orari di apertura al pubblico (dal lunedì al venerdì dalla ore 9,00 alle ore 13,00 e martedì e giovedì pomeriggio dalle ore 15,30 alle ore 17,30).

La stipula del contratto di locazione sarà vincolata alla produzione, da parte dell’offerente, della seguente documentazione: visura catastale, certificazione attestante la conformità degli impianti e certificazione energetica.

“Per il momento – spiega il consigliere De Martinis - fra le domande pervenute ne verrà scelta una per un solo alloggio, nei prossimi mesi l’Amministrazione attingerà direttamente alla graduatoria prendendo quindi in considerazione i secondi, i terzi e  via discorrendo. Inoltre , è stata redatta la graduatoria provvisoria degli alloggi Erp dell’Ater (edilizia residenziale pubblica), ed è consultabile all’albo pretorio. Entro trenta giorni si potranno presentare i ricorsi e subito dopo si procederà per la lista definitiva”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento