menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano: Rifondazione critica il sindaco sulle pistole ai vigili

Il circolo di Rifondazione Comunista di Montesilvano ha criticato duramente la decisione del sindaco di Montesilvano di armare i vigili urbani, considerato un errore in quanto il problema della sicurezza non può essere risolto attraverso le armi

Il circolo di Rifondazione Comunista di Montesilvano, con un comunicato stampa, ha criticato duramente la decisione del sindaco Cordoma e della Giunta comunale di armare i vigili urbani della città.

Per Rifondazione, infatti, si tratta di una scelta insensata che non migliorerà la situazione per quanto riguarda la sicurezza dei cittadini.

Armare con le pistole i vigili, infatti, non può essere considerato un sistema per impedire che fatti ed eventi criminali possano avvenire, ma potrebbe anzi contribuire a causare danni irreparabili che, senza l'uso delle armi, potrebbero essere evitati.

Nel comunicato stampa si legge, in riferimento all'amministrazione comunale: "Probabilmente queste persone sono convinte che solo attraverso le armi possano essere rispettate, ci fa capire quanta stima abbiano di loro stesse. E’ questo il futuro che ci aspetta, è questo il futuro che vorremmo donare ai nostri figli, un futuro in cui solo attraverso la violenza si può raggiungere un
obiettivo?".

La decisione di armare i vigili urbani era stata presa qualche settimana fa. Dopo l'approvazione dell'ordinanza, sono in corso gli ultimi lavori necessari all'attuazione, come la costruzione dell'armeria, oltre alle autorizzazioni necessarie da parte della Prefettura e Questura.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento